Connect with us

Calciomercato

Cavion si presenta a Vicenza: “A Salerno mi avevano detto che c’era possibilità di rimanere”

cavion vicenza

Michele Cavion, volto nuovo del Vicenza, si è presentato ai colleghi biancorossi. L’ex centrocampista granata vestirà la maglia numero 77 dei Lanerossi. Per il classe 1994 si tratta di un ritorno a casa visto che la sua carriera è iniziata proprio nelle file del Vicenza durante il prestigioso Torneo di Viareggio 2011-12. Bloccato a parametro zero nel corso della sessione di riparazione di gennaio 2020-21 dall’allora direttore sportivo granata, Cavion formalmente ha timbrato soltanto una presenza ufficiale con la maglia granata (30 minuti durante lo scorso match di Coppa Italia contro il Parma) e due prestiti: il primo a Brescia e l’ultimo, lo scorso anno, proprio al Vicenza.

Cavion ritorna al Vicenza

«Il Vicenza è tutto per me, sono nato con questi colori» comincia così la presentazione alla stampa di Michele Cavion, nuovo volto dei biancorossi in terza serie. Arrivato a titolo definitivo dalla Salernitana, Cavion ha parlato della recente esperienza agli ordini di mister Davide Nicola, come riportato dal sito ufficiale del club berico: «È stata una trattativa un po’ lunga, più che altro perché io ero di proprietà della Salernitana, quindi ovviamente sapevo di dover partire con loro in ritiro e comunque ho voluto farmi anche valutare prima di prendere qualsiasi decisione sul mio futuro. Loro all’inizio mi avevano detto che c’era la possibilità di rimanere come alternativa a centrocampo, dato che comunque avevo fatto un ottimo ritiro. Poi quando quest’opportunità effettivamente è svanita, ho fatto le mie valutazioni ed ho deciso di tornare a casa». Qualche piccolo dettaglio anche sulla trattativa che ha portato il centrocampista a rivestire i colori biancorossi: «Ringrazio i tifosi che mi hanno sommerso di messaggi, anche questo mi ha spinto a tornare perché ho visto molto affetto e ovviamente non era una cosa semplice perché bisognava mettere d’accordo le società, gli agenti, me, insomma un po’ tutto perché comunque avevo ancora tre anni di contratto a Salerno. Fortunatamente è andata bene e devo ringraziare innanzitutto il Patron e il Presidente, che comunque hanno fatto uno sforzo economico importante, e dopodiché i direttori che mi hanno comunque sempre chiamato, sono stato in contatto con loro quasi tutti i giorni e ovviamente il mister e il suo staff con cui ho lavorato benissimo».

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato