Connect with us

News

Zanetti aspetta la Salernitana: “Ha ottimi giocatori. Giocheremo con umiltà”

Se la Serie A finisse ora il Venezia sarebbe salvo. I lagunari sono quintultimi a 8 punti e si sono messi dietro squadre del calibro di Genoa e Cagliari e sono vicinissime in classifica a Sampdoria, Udinese, Sassuolo, Torino e Verona. Dopo la prestigiosa vittoria con la Fiorentina, sabato è arrivato però il ko di Reggio Emilia. Da qui parte Paolo Zanetti nel presentare la sfida di domani contro la Salernitana.

Voglia di riscatto

“Col Sassuolo non abbiamo avuto la forza di tenere il risultato dopo un vantaggio più che meritato, era proprio ciò che intendevo quando parlavo di appagamento – ha detto il trainer ai canali ufficiali del club –. Dopo l’autogol non abbiamo avuto la forza di reagire subito, solo negli ultimi dieci minuti siamo tornati alla carica con i nuovi entrati come Forte e Mazzocchi che a mio avviso hanno fatto bene. Ci è mancato qualcosa dal punto di vista caratteriale, questo testimonia la nostra fragilità nonché la nostra necessità di essere sempre al 100% per essere performanti. La mia speranza è che la gara del Mapei Stadium ci serva come lezione per migliorare”. L’ex centrocampista ha parlato anche dell’atmosfera che si respirerà a Sant’Elena: Il presidente ha parlato dei nostri tifosi, ed io non posso che condividere le sue dichiarazioni. La sensazione che il Penzo ci ha regalato contro la Fiorentina è stata incredibile. Il nostro stadio è meraviglioso così come lo sono per le persone che lo riempiono: erano tutti a spingere la squadra, lo avvertivo io dalla panchina, e non oso immaginare cosa possa essere stato per i giocatori. Il presidente ha capito l’importanza del nostro pubblico, della nostra gente, e spero che domani si ripeta la stessa magia come contro la Fiorentina”.

Cola e la Salernitana

Zanetti è stato, da calciatore, alle dipendenze di Stefano Colantuono nel 2009/2010 quando il tecnico era al timone del Torino: “Conosco bene Colantuono, ha allenato anche me a Torino. È molto bravo, e tatticamente molto intelligente. La Salernitana è una squadra che al di là della classifica ha degli ottimi giocatori, soprattutto davanti, Ribéry e Simy su tutti. È una partita fra due squadre i cui valori assoluti sono simili, questo a prescindere della posizione in classifica. Loro certamente verrano a Venezia per vincere. In una partita importante come questa noi dobbiamo giocare con umiltà. Sarà una gara dura, fisica, fatta di duelli, una battaglia fra due squadre che lottano per lo stesso obiettivo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News