Connect with us

News

Qui Chievo, Marcolini: “Speso tanto, ma abbiamo meritato il pari. A Salerno avremo un piccolo vantaggio”

In attesa del posticipo di questa sera che vedrà di fronte Trapani e Salernitana (qui le probabili formazioni del match), il prossimo avversario dei granata, il neo retrocesso dalla massima serie Chievo Verona, punta con decisione al match dell’Arechi (fischio d’inizio mercoledì 25 settembre alle ore 21). La formazione veneta ha pareggiato in maniera rocambolesca ieri contro il Pisa in una sfida che vedeva i toscani vincere momentaneamente 2-0.

Il tecnico dei clivensi, Michele Marcolini, pensa alla gara in terra campana: “Onestamente abbiamo speso tanto, ma questa è la settimana delle tre gare. Dobbiamo recuperare al meglio. Troveremo una squadra difficile da affrontare. Il piccolo vantaggio è quello di sfidare una squadra che ha lo stesso modulo del Pisa e, dunque, non dovremmo farci trovare impreparati sulle uscite e sulle letture”.

Sull’andamento della sfida con il Pisa: “Conoscevo la forza e la qualità del Pisa e mi aspettavo proprio una partita del genere da parte loro. Si sono dimostrati compatti, organizzati e aggressivi, ma non sono stati una sorpresa. Conosco bene sia il mister che Marconi, giocatore che ho avuto ad Alessandria e che ha confermato il suo valore. I miei giocatori hanno fatto una grande prestazione e sono contento di questo. Siamo partiti forte, ma alla prima occasione degli avversari siamo andati sotto. Così anche la ripresa che è stata la fotocopia del primo tempo. Stavamo giocando bene, ma il Pisa ha raddoppiato alla sua prima opportunità. Lo 0-2 poteva ammazzarci. Abbiamo cambiato qualcosa e siamo riusciti a riorganizzarci e non ci siamo dati per vinti. Abbiamo subito il Pisa, ma poi la nostra pazienza ed il nostro gioco sono stati premiati”.

Cambio modulo decisivo per sovvertire l’inerzia della sfida con il Pisa: “Avevo bisogno di cambiare qualcosa perché volevo aprire la loro difesa. Ho tolto Esposito e lasciato due mediani come Obi e Segre che sono in grado di fare entrambe le fasi, ho allargato Vignato che ha spazio, qualità di giocata. La squadra è cresciuta. Rodriguez (Alejandro, ex granata) ha giocato sul centro-destra, ci abbiamo sempre creduto ed il pari è arrivato con merito. I nostri gol sono stati due, ma alla fine potevamo farne quattro-cinque per la mole di occasioni create. Applaudo i miei ragazzi per l’intensità che hanno mostrato. Raccolto quanto meritato? Secondo me no, ma in questa categoria il margine di errore è molto basso. Recriminare conta poco, ma bisogna dare i meriti alla squadra: i tifosi dovrebbero essere contenti di come approccia la squadra ai match. Speriamo, in futuro, di giocare male e fare più punti (ride)”.  

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News