Connect with us

Giovanili

Under 17, Ternana sconfitta di rigore. Cerrato: “Mi è piaciuta la gestione dei momenti”

TABELLINO Salernitana-Ternana 1-0 (Under 17)

SALERNITANA: Allocca, Scognamiglio (29’ st Langellotto), De Gennaro, Nicoletti (8’ st Macrì), Gallo (14’ st Fasano), La Rocca, Celia, Mastrocinque (1’ st Castellano), Cozzolino (29’ st Ianniello), Birra (14’ st Carpetti), Fusco (14’ st De Filippo). A disp. Ricci, Fasano, Gasparro. All. Cerrato.

TERNANA: Veliaj, Ciucci (22’ st Mulè), Iacono (1’ st Peschiaroli), Terranova (22’ st Manni), Merluzzi (29’ st Feltri), Bonugli, Marcelli, Belloisi, Camara (22’ st Monesi), Galletta, Montecolle. A disp. Leoni, Bonifazi, Bottausci, Crusciani. All. Pagliarini.

Arbitro: Sig. Maione di Ercolano (Angelillo/Auriemma).

Marcatori: Scognamiglio (S) su rig. al 16′ st. Ammoniti: Cozzolino (S), Scognamiglio (S), Merluzzi (T), Allocca (S), Castellano (S), Manni (T), Macrì (S). Angoli: 4-2. Recupero: 2’ pt – 5’ st.

La Salernitana Under 17 ha battuto 1-0 i pari categoria della Ternana al Volpe con la rete dal dischetto di Scognamiglio. Il primo tempo non è bloccato ma non riserva grandi emozioni. Nella prima mezz’ora si lotta, senza occasioni anche per colpa delle imprecisioni di entrambe le squadre nell’ultimo passaggio. Al 32’ i granatini ci provano da calcio d’angolo:  torre di Mastrocinque sul secondo palo per Scognamiglio che viene murato. La prima frazione di gioco termina quindi a reti inviolate. La ripresa è più vivace, complici le forze fresche in entrata dalle due panchine. Al 15’ i padroni di casa rischiano grosso, dopo la svirgolata di Scognamiglio Bellois verticalizza subito per Camara, che però chiude troppo il diagonale e lo manda fuori. La Salernitana replica immediatamente, guadagnandosi un calcio di rigore per un fallo di mani in area. Dagli undici metri si presenta Scognamiglio che apre il piatto e spiazza il portiere. I granatini hanno poi subito l’occasione per raddoppiare sull’errore della difesa rossoverde, ma Castellano tira addosso a Veliaj da due passi. Gli ospiti reagiscono provando a spingere, ma lo fanno in maniera confusa e solo una volta tirano verso lo specchio, con Galletta, bravo nel doppio dribbling al limite dell’area ma non nella conclusione, bloccata a terra da Allocca. Anzi sono i granatini i più pericolosi in ripartenza e al 40’ falliscono un’altra occasione per chiudere la gara, Castellano infatti tira debolmente dopo la sponda di De Filippo sul rinvio del portiere e la palla in profondità di Ianniello. Nemmeno nei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro la Ternana riesce a impensierire davvero la Salernitana, che alla fine vince 1-0.

 

Mister Pasquale Cerrato è pienamente soddisfatto del risultato acquisito: “Oggi ci tenevamo a vincere per vari motivi. Innanzitutto perché all’andata avevamo fatto una brutta partita, poi perché era contro una squadra che si trova sotto di noi in classifica. Ho detto ai ragazzi che era come una finale, per prepararci alle ultime cinque gare. Sicuramente c’era un po’ di tensione, è stata una partita bloccata, però la squadra mi è piaciuta nel saper soffrire e nella gestione di alcuni momenti, cosa che fino a qualche tempo fa non ci riusciva benissimo. È solo la seconda volta che non prendiamo gol in tutto il campionato, anche se forse abbiamo fatto qualche prestazione migliore, e secondo me è stata una vittoria meritata“.
Dopo il vantaggio la Salernitana ha un po’ sofferto, fisiologicamente, l’intensità della Ternana, ma ha saputo mantenere l’atteggiamento giusto e non ha mai davvero rischiato di subire il pareggio: “C’è stata una sofferenza normale quando c’è da difendere un vantaggio, quando subentra anche un po’ di paura di vincere e qualche pallone scotta, ma comunque abbiamo avuto anche occasioni per fare il secondo gol. È stata una partita maschia, gagliarda, l’arbitro ha scelto un metro di giudizio con pochi cartellini. È una vittoria che ci fa bene, questa squadra è in crescita anche se ormai il campionato volge al termine, ma come dico ai ragazzi abbiamo fatto i nostri punti e le ci siamo giocati le nostre partite. Nel girone di ritorno la squadra non ha mai sbagliato atteggiamento, nemmeno settimana scorsa a Napoli, nonostante il 4-0. C’è stata una crescita totale, abbiamo ancora dei limiti su cui lavorare ma ci prendiamo questi tre punti e ci prepariamo alla prossima in casa del Lecce“.
Infine l’allenatore dei granatini spiega anche la scelta di far calciare il penalty a Scognamiglio, dopo i tre errori consecutivi dal dischetto da parte di tre rigoristi diversi: “In settimana, per stemperare il clima su queste cose, anche prima della gara con il Napoli, abbiamo fatto qualche gara di rigori, anche per non far pesare gli errori a quelli che sono comunque dei ragazzi. Scognamiglio è sempre arrivato in fondo a queste gare e quindi abbiamo scelto lui, alla fine ha tirato un bel rigore oltre ad aver fatto un’ottima gara come hanno fatto tutti“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili