Connect with us

News

Salernitana per la ricerca: sclerosi sistemica, Gyomber è il nuovo volto per la campagna 5×1000

La Salernitana, insieme con la Lega Italiana Sclerosi Sistemica, scende in campo al fianco della ricerca e Norbert Gyömbér è il protagonista. L’arcigno difensore granata, avendo conosciuto le difficoltà di chi vive la sclerosi sistemica quotidianamente, ha scelto di essere al fianco dell’associazione ed è il volto ufficiale della campagna 2022 per la destinazione del 5X1000.

La campagna

La Sclerosi Sistemica Progressiva, malattia rara chiamata anche sclerodermia, è una patologia che colpisce in Italia oltre 25 mila persone, donne, uomini e bambini. La diagnosi precoce è fondamentale per il riconoscimento della malattia e la prevenzione dei danni agli organi interni. A confortare questa tesi gli studi degli ultimi anni hanno infatti confermato che una diagnosi precoce permette di migliorare di gran lunga la qualità della vita dei pazienti. La Lega Italiana Sclerosi Sistemica affianca dal 2010 i pazienti affetti da sclerosi sistemica progressiva e i loro familiari in fase preventiva e nel decorso della malattia, fornendo supporto, informazioni e accompagnamento per gestire al meglio una complicata situazione sotto molteplici punti di vista. Fondamentale è l’attività di informazione, a partire dalla gestione del fenomeno di Raynaud, primo sintomo della malattia. Tra le attività dell’associazione ci sono anche quelle finalizzate alla diagnosi precoce, alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e alle relazioni istituzionali con gli enti preposti alla cura e alla tutela dei diritti dei pazienti. Per donare il 5×1000 alla Lega Italiana Sclerosi Sistemica è sufficiente firmare nell’apposito riquadro “volontariato” specificando il codice fiscale dell’associazione 97 54 65 30 151.

L’emozione di Gyomber

Il difensore granata, che ha conosciuto le difficoltà di chi vive a contatto con questa malattia, si è detto emozionato di rivestire il ruolo di volto ufficiale: “Sono onorato di rappresentare quest’anno la Lega Italiana Sclerosi Sistemica che sostengo da tempo, apprezzandone il lavoro e riconoscendone l’importanza non solo per i pazienti ma anche per tutti i familiari che si trovano spesso a gestire la malattia nella quotidianità. Mi auguro che insieme si riescano a superare alcuni dei tanti ostacoli che i malati si trovano ad affrontare, ostacoli che sono spesso dettati dal fatto che la sclerosi sistemica non ha ancora un riconoscimento sociale e viene spesso sottovalutata. Come sportivo credo nel gioco di squadra che è fondamentale per arrivare all’obiettivo e spero di coinvolgere molti di voi”.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News