Connect with us

News

Ripartenza, battaglia sugli orari in attesa del via libera: anche in B tre slot di partite al giorno?

Il summit delle 18:30 tra il mondo del calcio e il Governo sarà l’ultima parola – si spera di ok – sulla ripartenza dei campionati. Nel mentre, tra un sospiro di sollievo legato alla negatività del tampone bis fatto al membro dello staff del Bologna e l’attesa spasmodica del sì del Governo (il CTS sta compiendo gli ultimi rilievi sul protocollo sanitario da attuale per tornare alle competizioni agonistiche), i nodi da sciogliere restano e le parti in causa provano a venirsi incontro.

Una delle battaglie è rappresentata dagli orari: giocando a fine giugno, luglio e agosto, i calciatori non hanno intenzione di giocare prima delle 17, possibilmente anche delle 18. Dunque, molto probabilmente bisognerà dire addio temporaneamente alle partite delle 15 o delle 16. Comprensibile, il “non siamo dei robot” pronunciato da Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori. La Lega Serie A ha stilato una proposta per andare incontro ai giocatori che sarà valutata a stretto giro e a cui potrebbe accodarsi anche la Lega B. Per la verità, nel campionato cadetto soprattutto nelle prima giornate di campionato (quelle giocate tra fine agosto e settembre, anche in quel caso con temperature calde) non si era mai giocato in orari antecedenti alle 18: attenzione, però, perché in quelle occasioni c’era la possibilità di diluire le partite del sabato tra le 18 e le 21, fissando poi ulteriormente l’anticipo e il posticipo rispettivamente al venerdì e al lunedì. Con il calendario delle ultime dieci giornate che dovrà necessariamente essere compresso, giocando ogni tre giorni (sempre che stasera arrivi l’agognato via libera del Governo), le esigenze televisive (anche Dazn giocherà un ruolo negli orari?) potrebbero portare a scaglionare in tre fasce orarie i match: il primo slot potrebbe essere alle 17:15, il secondo alle 19:30 e il terzo alle 21:45. L’Assocalciatori riaprirà la discussione su queste proposte giunte dai club di massima serie e ne valuterà l’applicabilità. La Lega B è alla finestra e cercherà di capire se anche sui propri campi sarà possibile adottare le tre fasce orarie.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News