Connect with us

News

Quarti in B dopo 21 gare: granata mai così in alto negli ultimi vent’anni

Salernitana quarta in classifica a tre punti dalla promozione diretta. Inutile illudere o illudersi, perché il campionato è ancora lungo e la rosa di mister Ventura necessita di rinforzi per poter ambire a confermare la situazione relativamente di vertice finora conquistata, vista anche la classifica più che corta. I dati, però, dicono che i granata stanno occupando la miglior posizione degli ultimi vent’anni (e oltre). Giusto “non guardare la classifica ora, perché conterà per davvero a marzo”, ma è altrettanto vero che dando una sbirciata, ci si può accorgere come il campionato appaia sempre più alla portata di una squadra come la Salernitana, che con i giusti puntelli potrebbe davvero dare un’accelerata convinta in chiave playoff.

Altro chel’anno scorso, quando la sconfitta interna contro il Lecce (1-2) fece spegnere l’entusiasmo che alla prima del 2020 si era riacceso con il successo esterno a Palermo: la Salernitana, dopo quel match contro i pugliesi, chiuse il ventunesimo turno al nono posto su 19 club. Di lì a poco, sarebbe iniziata una discesa senza controllo fino ai playout. Nella stagione 2017/18, quando in realtà la giornata numero 21 era l’ultima del girone d’andata in un campionato a 22 squadre, i granata persero a Palermo 3-0 e girarono al dodicesimo posto. Anche nel campionato precedente, con lo stesso numero di partecipanti, la 21ma equivaleva all’ultima di andata: con la vittoria ai danni del Perugia per 2-1 all’Arechi, i granata all’epoca guidati da Alberto Bollini erano quindicesimi. Impossibile fare paragoni, poi, con il campionato 2015/16: al giro di boa, dopo 21 gare, l’ippocampo era mestamente terzultimo dopo aver perso a Como.

Andando ancora a ritroso nei soli campionati di Serie B, alla 21ma nel 2009/10 i granata erano ultimi dopo lo 0-0 a Vicenza (e rimasero tali fino al termine del torneo), mentre l’anno precedente allo stesso punto del campionato la vittoria sul Mantova per 2-1 aveva temporaneamente portato la squadra campana appena fuori dalla zona playout. Campionato a 22 squadre anche nel 2004/05, dunque giro di boa anche in quel caso alla 21ma con la Salernitana diciassettesima dopo il pari interno contro il Crotone 1-1. Nel campionato 2003/04, invece, le compagini partecipanti erano addirittura 24 e, dunque, la 21ma rappresentava la terzultima giornata del girone d’andata: la Salernitana batté in rimonta il Cagliari 3-2 all’Arechi e guadagnò il decimo posto con Pioli allenatore. L’anno prima, l’ippocampo era ultimo, mentre nel 2001/02, con Zeman, alla 21ma si trovava in settima posizione grazie al 3-2 rifilato al Cittadella. Nel 2000/01, alla 21ma la Salernitana perdeva a Genova contro la Sampdoria ed era quattordicesima, mentre l’anno prima – con Cagni – era ottava dopo il tonfo (4-0) di Cesena. Inutile ricordare i fasti del 1997/98, arcinoti a tutti. Per la Salernitana di oggi, dai vertici fino ai calciatori, c’è solo da rimboccarsi le maniche.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News