Connect with us

News

Dziczek dimesso dall’ospedale: sarà ricoverato a Roma

AGGIORNAMENTO ORE 19:45. Patryk Dziczek è stato dimesso dall’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno. Confortanti i primissimi accertamenti a cui è stato sottoposto il ragazzo, che ora sarà ricoverato per ulteriori accertamenti presso una struttura sanitaria di Roma. La Lazio, titolare del cartellino del giocatore, seguirà passo passo l’evolversi della situazione. Intanto la vicinanza dei calciatori è social: tanti i post e le storie di supporto allo sfortunato calciatore polacco (clicca qui per leggere).

AGGIORNAMENTO ORE 18.15. Patryk Dziczek sarà in questi minuti sottoposto a TAC di controllo. All’Ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno sono presenti il medico sociale della Salernitana Epifanio D’Arrigo e il dirigente Alberto Bianchi. Il calciatore è stato trasportato presso il nosocomio dopo il malore accusato sul finire di gara. Dopo aver ripreso i sensi Dziczek ha rassicurato i familiari. C’è attesa e apprensione, visto che lo scorso settembre il calciatore era rimasto vittima di un malore durante un allenamento. Il classe ’98 era rientrato in campo, dopo i controlli e la nuova idoneità sportiva, proprio nella gara d’andata contro l’Ascoli del 24 ottobre scorso. Qui la diretta dall’ospedale Mazzoni di Ascoli con i nostri inviati:


Attimi di paura allo stadio Del Duca nei minuti finali della partita tra Ascoli Salernitana. Paura dettata dal malore accusato da Patryk Dziczek il quale all’85’ si è accasciato al suolo. Un grande spavento per compagni ed avversari che hanno subito allertato l’arbitro facendo partire la macchina dei soccorsi. Immediato l’ingresso in campo di una autoambulanza della Croce Rossa Italiana: i sanitari hanno prestato le prime cure al centrocampista polacco, già alle prese con lo stesso problema in allenamento lo scorso settembre.

La partita è stata sospesa per nove minuti, trascorsi tra paura e silenzio prima di un generale applauso di sollievo. Dziczek, cosciente e visibilmente preoccupato, è stato trasportato presso l’ospedale più vicino dopo l’applicazione di una flebo da parte dei sanitari. Con lui, fino alla fine, l’amico e connazionale Jaroszynski.

“Patryk a settembre ha avuto lo stesso problema” ha spiegato il medico sociale granata Epifanio D’Arrigo nell’immediato post partita (clicca qui per leggere l’articolo). Furono fatte indagini neurologiche e cardiologiche con esito negativo. Adesso saranno svolte ulteriori indagini, si trova all’ospedale Civile di Ascoli. Non c’è stato bisogno del defibrillatore, ha perso coscienza ma non c’è stato arresto cardiaco. Ha avuto una crisi vagale ma la causa non è stata ancora appurata”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News