Connect with us

News

Lotito presenta Ventura: “L’ideale per piazza esigente come Salerno. Puntiamo ai vertici del campionato”

Il solito show. Con oltre mezz’ora di ritardo, Claudio Lotito ha fatto il suo ingresso nella sala stampa allestita all’interno del centro sportivo Mary Rosy. Telefono alla mano, il co-patron granata ha preceduto Ventura nella conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico granata: “Con vivo piacere oggi sono qui anche se dovrò scappare perché gli impegni sono tanti, non solo quelli di carattere sportivo. Ci tenevo ad esserci per presentare il mister al quale sono legato con stima e ammirazione profonda – Confessa Lotito – Ritengo sia la persona ideale per la piazza di Salerno dove ci sono tanti intenditori di calcio. È l’uomo giusto per i palati fini, ritengo che la mia presenza sia importante perché questo è l’anno del centenario. Ringrazio i tifosi per la festa, sono lontano fisicamente ma ho visto quella manifestazione con i tifosi e le famiglie che hanno dimostrato il loro attaccamento ai colori granata. Siamo qui per far crescere il club, per creare un calcio di spettacolo e che porti risultati, dobbiamo coniugare lo spettacolo con i risultati”.

Lotito promette una crescita a trecentosessanta gradi del club: “Stiamo lavorando a delle iniziative fondamentali per la crescita del club tra cui l’apertura dello store nel centro della città per dare un servizio ai tifosi che vogliono dimostrare la loro appartenenza anche utilizzando indumenti che identificano la Salernitana. Questo è uno degli impegni che abbiamo preso e messo in campo, quanto prima lo store sarà operativo”.

Inevitabile un passaggio sull’assenza della società alla festa organizzata dal Comune: “L’amministrazione ha ritenuto di celebrare questa ricorrenza, c’era una rappresentanza della società (Menichini) dato che gli inviti erano personali”.

Alle spalle è stata messa una stagione a di poco disastrosa: “La stagione precedente ci ha consegnato una situazione non idonea rispetto alle potenzialità della squadra ma siamo abituati a fare tesoro delle esperienze. Il sottoscritto era presente, non è scappato, ho seguito la squadra, ho viaggiato in pullman con la squadra e credo di aver avuto un minimo merito se sul campo ci siamo salvati. C’è bisogno che il presidente sia presente per assumersi la responsabilità di certe scelte. È stato mortificante doverci giocare la salvezza ai rigori, il nostro obiettivo è quello di puntare ai vertici del campionato. Per questo motivo è stato preso Ventura”.

La scelta Ventura: “È un uomo di calcio, non di pallone. Potrà favorire la crescita di tanti giocatori che spesso non trovano conferma sul campo perché vengono impiegati male, Ventura investe sulle persone. Il nostro rapporto nasce da lontano e al di là delle speculazioni nella vita contano i fatti. Vogliamo ripartire con la logica del sistema, si vince tutti insieme, con l’apporto di società, staff tecnico e tifosi, dobbiamo remare tutti dalla stessa parte per raggiungere il risultato a cui tutti aspiriamo. La società non ha mai lesinato investimenti, anche sotto il profilo delle strutture. Tutti dobbiamo morire ma è più probabile che a morire siano prima gli altri. La pressione non sarà un problema, la squadra deve avere un’anima trovando persone compatibili con il nostro progetto. Il mister inoltre ha un ricco premio in caso di promozione”.

Poi il siparietto con Ventura il quale, scherzano sulle cifre percepite, ha dichiarato: “Sono venuto qui quasi gratis, per fortuna ho messo da parte qualcosa che ho dato al presidente” . Immediata la risposta del co-patron: “E io accetto volentieri”.

Lotito ha anche risposto alle parole del Governatore De Luca sul rispetto nei confronti della piazza: “Qui parliamo di calcio, non di politica. Ognuno deve fare il proprio mestiere, io faccio l’imprenditore e sono presidente di una squadra di cui devo tutelare la storia. Dopo un inizio importante abbiamo avuto una stasi anche se la Salernitana non è mai stata per così tanti anni di fila in Serie B. Il nostro interesse è quello di raggiungere il massimo”.

La chiosa finale: “Non chiedo ai tifosi fiducia, posso solo mettere in campo esperienza ed organizzazione per scegliere gli uomini. Gli ambienti non li creo io, il problema è rappresentato da una sparuta minoranza di persone che hanno una visione negativa. Ventura mi conosce, sono una persona abituata a costruire, non a demolire. Il mio lavoro lo so fare ma nessuno è infallibile. Ognuno deve fare la propria parte, qui c’è sempre qualcuno che fa opposizione. Volete che Lotito vada via? Lotito non vende e su certe cose ci rido e nella Salernitana ogni anno ci metto cinque milioni”.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Mai satellite della lazio

    11/07/2019 at 17:52

    Come ogni anno anche questo parleranno i fatti e non le parole delle quali tanto abilmente (?) ABUSI spesso per NON rispondere alle domande come quelle sulla STASI (parziale ammissione) in questi quattro anni “di crescita” VERGOGNOSI a piu’ riprese rimarcate da alcuni cronisti in un impeto di GIORNALISMO ..

    ..ventura o non ventura restiamo con gli occhi aperti caro paroliere “io so io..”

    Per usare una frase cara a un altro pagliaccio LA PACCHIA E’ FINITA

    • Michele

      11/07/2019 at 23:35

      Concordo a pieno con il precedente commento
      Dice solo cazzate tra cui l’ambiente non lo crea lui, e tutte le offese contro la nostra storia il nostro santo patrono e tante altre non creano ambiente ostile
      Continua ad alimentare odio affermando il falso, mai fatti tanti anni di seguito in b. Sembra lo faccia di proposito, basterebbe informarsi un minimo per capire che non è così, per caso si crea già alibi per giustificare eventuali altri campionati non all’altezza di una tifoseria come la nostra.
      PAGLIACCIO continuando così anche le poche cose positive diventeranno altro
      È ora di smetterla altrimenti farai una brutta fine

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News