Connect with us

Serie B

Ipotesi multiproprietà J.Stabia-Trapani: 4 deferimenti, club non rischiano

Juve Stabia e Trapani sono indirettamente finiti nel mirino del Procuratore Federale e attendono il corso delle indagini, ma possono tirare un sospiro di sollievo perché non avranno un segno meno in classifica, non essendo state le società deferite per responsabilità diretta, né oggettiva.

Ieri sono stati deferiti al Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, quattro soggetti. Si tratta di Fabio Petroni, per aver, per il tramite di società da lui controllate, rivestito dal 21.6.19 al 9.7.19 la qualità di socio indiretto nelle società SS Juve Stabia e Trapani Calcio S. p.a. e di Edoardo Comito, Antonio Parente e Maurizio De Simone, nelle rispettive qualità di legali rappresentanti pro tempore di società, per aver omesso di produrre tempestivamente ai competenti organi federali la documentazione prevista per la verifica dei requisiti di onorabilità e solidità finanziaria in caso di cessioni di partecipazioni in società di calcio in ambito professionistico. Il fatto di aver rivestito la carica di socio in due club della stessa categoria contemporaneamente per il lasso di tempo su indicato, non è chiaramente rispondente ai regolamenti e ipotizza la non consentita multiproprietà all’interno della stessa categoria.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B