Connect with us

News

Il cavalluccio mette le… ali. Il nuovo patron: “Massimo impegno per un futuro duraturo”

“È con grande emozione che annuncio l’acquisizione della Salernitana. Salerno e i suoi tifosi meritano una squadra competitiva. Credo fortemente che il progetto di rilancio della squadra che stiamo predisponendo garantirà equilibrio e stabilità alla società. Assicuro da parte mia il massimo impegno per costruire un futuro duraturo e ricco di soddisfazioni per la città e per la sua straordinaria tifoseria. È con questi auspici che, insieme, accogliamo con fiducia il nuovo anno. Auguri a Salerno, evviva i granata”, le prime parole di Danilo Iervolino dopo l’accoglimento dei trustee della sua proposta vincolante d’acquisto della Salernitana, diffuse dalla sua portavoce con una nota stampa.

Per definirlo a tutti gli effetti “presidente” ci vorrà ancora qualche giorno, ma il giovane e dinamico imprenditore palmese è già virtualmente al timone del club granata. Già oggi sarà protagonista di riunioni operative con i suoi collaboratori più fidati per determinare le strategie sportive e non solo. Con UniPegaso, realtà di cui è ancora presidente sebbene ne abbia ceduto la proprietà al fondo CvC per una cifra monstre, è sempre stato molto attento anche alle operazioni di marketing e comunicazione. Sarà probabilmente così anche in chiave Salernitana. Nel progetto di rilancio, dunque, Iervolino immagina diversi livelli d’azione. Non appena chiuso il contratto definitivo di acquisto del club, sarà presente in sede e farà la conoscenza dei dipendenti. Possibile anche un briefing con l’attuale dirigenza e staff tecnico per comunicare le proprie intenzioni. Da capire se arriveranno le dimissioni dell’attuale management (che Iervolino potrebbe anche decidere di respingere, se non avesse già pronte soluzioni diverse). Per ora c’è da attendere.

Di certo, inizia un periodo di vacatio che accompagnerà la squadra sicuramente il 6 gennaio in occasione della partita contro il Venezia. Quella di Verona o addirittura – destino incredibile – quella successiva in casa contro la Lazio di Lotito potrebbero essere le prime gare per lui da effettivo presidente granata. Nelle sue intenzioni c’è naturalmente quella di completare quanto prima le pratiche e non aspettare certo tutti i 45 giorni di proroga, ma al massimo una decina. In tutto ciò anche la Figc dovrà completare le operazioni di controllo – una mera formalità – con la Commissione Acquisizione Partecipazioni in ambito societario, che dovrà dare il via libera sui requisiti di onorabilità e solidità. Non sembrano esserci dubbi, la nuova era granata sta per cominciare.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News