Connect with us

News

Heurtaux completa la difesa, intanto a Cosenza il primo clean sheet: nel 2019 solo altre due volte

L’ultimo giorno di calciomercato ha regalato a Gian Piero Ventura l’esperto difensore Thomas Heurtaux, l’uomo che serviva per completare il pacchetto dei difensori granata. Nel corso delle ultime settimane l’ex cittì della Nazionale ha sempre insistito in sede di conferenza stampa sulla difesa, sottolineando come alla rosa della Salernitana mancasse un centrale di spessore in grado di garantire maggiore equilibrio alla squadra. Dal campionato turco è arrivato Heurtaux che la B non la conosce, ma in Serie A ha giocato ben 119 partite. Purtroppo il difensore francese è rimasto coinvolto, come Cerci, nei problemi societari dell’Ankaragucu e non gioca una partita ufficiale dal 19 gennaio. Heurtaux avrà bisogno di qualche settimana per riprendere la forma migliore, poi sarà lui a occupare il posto da terzo della difesa a destra.

La fase difensiva è uno dei talloni d’Achille della storia recente della Salernitana. Mai nessun allenatore, nel corso delle ultime stagioni, è riuscito a garantire copertura e sicurezza e i portieri del cavalluccio hanno sempre subito gol a grappoli. Ventura è riuscito a offrire un po’ di calcio pulito alla tifoseria granata, ma anche il tecnico ligure ha lavorato molto sulla fase di non possesso. In estate la Salernitana ha concesso e anche tanto. Considerando solo le amichevoli contro squadre di Serie C, ad agosto i granata hanno sempre preso gol e prima dell’esordio in campionato c’è stata la Coppa Italia: 3-1 con il Catanzaro e addirittura un ko per 4-0 a Lecce. Contro il Pescara una palla inattiva ha portato il momentaneo pareggio di Campagnaro, poi finalmente a Cosenza il primo clean sheet. La Salernitana ha sofferto, è stata fortunata (due traverse nella stessa azione non si vedono spesso) ma alla fine Micai è riuscito a mantenere la porta inviolata. E non accadeva addirittura dal 26 febbraio scorso: era un martedì e la Salernitana vinse all’Arechi 2-0 con la Cremonese. In sette mesi, poi, la difesa del cavalluccio è stata una groviera. Nell’anno solare 2019 solo in tre occasioni Micai non ha subito reti: prima di Cosenza e della gara con la Cremonese va registrato lo 0-0 di Padova del 2 febbraio.

Serve un’inversione di tendenza e bisogna partire dalle buone basi del San Vito. Con l’ingresso di Heurtaux sul centro destra, la difesa titolare dovrebbe essere completata da Migliorini e Jaroszynski. Karo, dopo le enormi difficoltà in Coppa, è apparso comunque uno dei più concentrati mentre Billong è rimasto allo scivolone di Lecce e poi si è fatto male. Pinto, invece, è un’incognita. In attesa naturalmente del recupero di Mantovani che però ne avrà almeno per un altro mese, Ventura continua a lavorare per cercare di proteggere Micai il più possibile. Anche perché nel calcio, storicamente, a divertire sono gli attaccanti ma a vincere le partite sono le difese. E questa Salernitana ha bisogno di vincere tante partite se vuole davvero raggiungere i playoff.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News