Connect with us

News

FOTO. Presentato al Comune “Una partita lunga un secolo” di Angelo Scelzo e Luigi Narni Mancinelli

Questa sera, presso il Salone dei Marmi, è stato presentato “Una partita lunga un secolo”, libro. Un evento che ha visto la presenza di diverse personalità istituzionali e sportive di Salerno. Il volume (editrice Albatros), scritto da Angelo Scelzo, editorialista di Avvenire e de Il Mattino, e da Luigi Narni Mancinelli, editor e scrittore, racconta un secolo di storia della Salernitana e della città, con una serie di schede su presidenti, il ricordo di Agostino Di Bartolomei, elogi alla tifoseria e rievocazione dei gol più importanti della storia dell’ippocampo.

A partire da alcuni protagonisti del recente passato dell’Ippocampo come Aniello Aliberti (qui, il suo intervento), Delio Rossi (qui, il contributo) e l’arcivescovo della città devota a San Matteo Andrea Bellandi (qui, il suo amore per il calcio). Ma non solo: erano presenti anche Salvatore Carmando, Salvatore Gagliano, Antonio Capone, Gianluca Trombetta (comandante carabinieri Salerno e Provincia), Nello Talento, i figli di Antonio Valese (Sergio), i figli di Soglia e Tedesco, Angela Somma (figlia di Bruno), diversi esponenti della politica e della tifoseria organizzata con in testa Riccardo Santoro. Firme storiche del giornalismo salernitano come Enzo Casciello e Giovanni Vitale.

Al tavolo Pino Blasi, Gianfranco Coppola e Nino Petrone che ricorda quando da bambino era a vedere, al Vestuti, Salernitana-Torino del 48, ammirando il vianema di Gipo Viani.

Ha preso la parola l’assessore allo Sport e all’Ambiente Angelo Caramanno: “Stasera, in questa sala, si vive la storia della Salernitana e della città. Basta vedere ovunque e c’è un pezzo di storia della città che parla. Un pezzo di storia del giornalismo, a 360 gradi. Il centenario è un momento strepitoso per la città. Credo che in questo libro ci sia lo spazio per i ricordi di tutti: dagli anni del dopoguerra al recente periodo, quello che ci ha fatto sicuramente emozionare. Delio Rossi è un’emozione per sempre: è l’allenatore della squadra che ci ha regalato il capitano per sempre. Sono segni indelebili di una città che ha amato fortemente un personaggio. Dicevo prima con il mister che questa presentazione avviene alla vigilia della sfida contro una squadra, la Juve Stabia, che ci ha regalato l’emozione per sempre della promozione. I cento anni sono appena cominciati. Vedere Delio Rossi, il dottor Nino Petrone, storia del giornalismo italiano, Gianfranco Coppola, non per l’ultimo l’autore che ha avuto la capacità di riempire la sala. La Salernitana è nostra, un nostro patrimonio. Noi soffriamo, gioiamo per lei che è la storia della nostra città. Siamo una città da A e spero che si raggiunga questo traguardo”. 

Infine, l’autore Scelzo ha voluto ricordare, ancora una volta, il legame tra Salerno e la Salernitana: “Ho preso altre strade nel campo della professione, ma il legame con la Salernitana non è mai mancato. Quest’iniziativa editoriale è quella di fare una cartella dono, un tributo, un omaggio alla Salernitana e a Salerno perché sono due realtà completamente inscindibili. In molti eventi cittadini, importanti c’è la partecipazione dell’una e della squadra. Eventi, ahinoi, anche tragici. Come la tragedia del treno. Credo fosse necessario non solo della partecipazione , come atto di riconoscenza voglia in qualche modo contribuire in questa celebrazione del centenario Ho avuto un occhio di riguardo anche nel ruolo dei giornalisti dei salernitani. Perché la Salernitana è stata raccontata da penne straordinarie del giornalismo sportivo”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News