Connect with us

News

Ventura e le sue certezze, in campo sempre gli stessi undici: in nove ancora senza minuti!

La sosta non poteva arrivare in un momento migliore. Di solito quando una squadra va bene e raccoglie punti fermarsi può spezzare il ritmo, ma la Salernitana ha bisogno di rifiatare. Al di là del secondo tempo opaco della gara con il Frosinone, la squadra di Gian Piero Ventura è palesemente a corto di energie. Fisiologico, in campo vanno sempre gli stessi e non c’è un attimo per riposarsi. I numerosi infortuni che hanno caratterizzato l’inizio di stagione dei granata non hanno reso vita semplice a Ventura, costretto ad abbandonare rotazioni e turnover in virtù delle certezze. Esattamente undici certezze, come undici sono i calciatori del cavalluccio sopra i 400 minuti di gioco. C’è una particolarità analizzando i dati di queste prime sette giornate, un’evidente spaccatura tra i titolari e tutti gli altri. Ben quattro calciatori hanno giocato tutti i minuti (630, sono Micai, Migliorini, Jaroszynski e Di Tacchio), ci sono andati vicini anche Karo e Cicerelli che hanno saltato solo qualche spezzone di partita. Quindi Kiyine costretto a un turno di stop solo per squalifica con 532’ di partita, la coppia d’attacco GiannettiDjuric e infine Firenze e Maistro che hanno collezionato, rispettivamente, 430 e 425 minuti di campionato. Poi tutti gli altri, a distanza abissale.

Il dodicesimo calciatore più impiegato è Lamin Jallow che è infortunato dalla gara con il Benevento e non gioca da un mese: il gambiano è stato in campo per tre partite e 241 minuti, praticamente la metà di chi lo precede in questa speciale classifica. La riserva più utilizzata da Ventura è stata Moses Odjer, sei partite ma solo 196 minuti di campo, solo dieci in più di Walter Lopez che però ha giocato tre gare. Chiudono il cortissimo elenco Akpa Akpro (155’), Cerci (52’) e Kalombo (36’). Tutti molto distanti dai titolari.

Lunghissima la flotta di chi ancora attende l’esordio in campionato, addirittura nove calciatori. Vannucchi e Russo per cominciare, ma soprattutto Heurtaux, Mantovani, Billong, Pinto, Dziczek, Lombardi, e Cedric Gondo. Molti per infortunio, alcuni perché ancora non pronti per il calcio di Gian Piero Ventura. Al rientro dalla sosta bisognerà però cercare di dare profondità alla rosa, la Serie B è una maratona ma per vincere c’è bisogno delle energie di tutti. Dopo sette partite la Salernitana ha trovato 14 punti e il secondo posto. Ma nonostante il buon andamento, la sosta non poteva arrivare in un momento migliore.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News