Connect with us

Giovanili

Under 17, la Salernitana domina ma festeggia il Perugia. Ferraro: “Risultato davvero immeritato”

Campionato Under 17 Serie BGirone C –18ª Giornata
Salernitana – Perugia 2-3
TABELLINO

SALERNITANA: De Matteis, Onda (1’ st Fois), Petrullo, Cesarano (24’ st Porcaro), Iaiunese, Guzzo, Arena (33’ st Magliozzi), Della Torre (24’ st Tortora), Guida, Buonaiuto (33’ st Cannavale), Pellino (38’ st De Mase). A disp. De Simone, Ramazzotti, Carrino. All. Ferraro.
PERUGIA: Cerbini, Izzo, Busini, Fuscagni, Torcolacci, Tozzuolo, Pomerani (18’ st Sorbelli), Corradini, Mangiaratti, Finetti (38’ st Fabri), Corrado. A disp. Conte, Baldoni, Bacchi, Gaudini. All. Migliorelli.
Arbitro: Sig. Vingo di Pisa (Mistico/Roselli).

Marcatori: Pellino (S) al 6′ pt, Finetti (P) al 16′ pt e al 27′ pt, Torcolacci (P) al 25′ st, De Mase (S) al 47′ st su rig.. Ammoniti: Cesarano (S), Cerbini (P). Angoli: 10-1. Recupero: 1′ pt – 6′ st.

 

 

Ancora una sconfitta per la Salernitana Under 17 che viene superata in casa dai pari categoria del Perugia con il risultato di 3-2.

Inizia benissimo la squadra di Ferraro che passa in vantaggio dopo 6′ grazie a un’azione splendidamente orchestrata da tutto il reparto offensivo e finalizzata da Pellino che fulmina il portiere degli umbri. Tutto però è reso vano dall’errore, l’unico in tutta la partita, di Petrullo che prende in controtempo Della Torre, Mangiaratti ringrazia e mette in porta Finetti che scavalca De Matteis e riporta il risultato in equilibrio. Risposta veemente della Salernitana che praticamente dal calcio d’inizio costruisce una palla gol per Guida, fermato solo dalla traversa. Al 27′ sono invece gli ospiti a colpire più duro, con il solito scatto alle spalle dei difensori di Finetti che anticipa anche De Matteis e lo supera con un bel pallonetto. I granatini provano ancora a controbattere, questa volta con Buonaiuto che prova il colpo da biliardo col mancino, ma la palla sibila al lato del palo.

Nella ripresa la Salernitana domina, il Perugia non riesce a ripartire, ma la formazione di casa non crea veri pericoli agli avversari e al 25′ viene beffata da uno schema su calcio piazzato, concluso con il tocco decisivo di Torcolacci praticamente sulla linea di porta, in posizione da rivedere. Il 3-1 scoraggia i granatini, che giocano con più confusione ma non smettono di attaccare. Riescono a riaprire la partita solo quando è troppo tardi, nel recupero, con il rifore guadagnato da Migliozzi dopo il buon lavoro di Guida e trasformato da De Mase che spiazza Cerbini dagli undici metri. I padroni di casa provano l’ultimo sforzo e Fois arriva leggermente in anticipo per convertire in rete il cross teso di Iaiunese, il risultato quindi rimane sul 2-3 fino alla fine.

 

Mister Ferraro esce ancora una volta sconsolato dal terreno di gioco: “Non so cosa dire, mi dispiace tantissimo. Oggi abbiamo interpretato la gara come andava fatta, i ragazzi hanno dato tantissimo. Purtroppo loro hanno superato il centrocampo poco più di tre volte e hanno fatto tre gol. Dispiace perché qui in casa raccontiamo sempre la stessa partita. Davanti in tante situazioni con più cattiveria e caparbietà magari parleremo d’altro, ma se non capitalizziamo queste situazioni e invece prendiamo gol al primo minimo errore diventa dura. Oggi siamo passati in vantaggio, poi da un errore banale è nato il gol del pareggio. Sono piccole situazioni che paghiamo a caro prezzo. A volte è inspiegabile, ma il campo dice questo, che tutto ci gira contro“.

La Salernitana era andata in vantaggio dopo pochi minuti, ma un piccolo errore e un pizzico di sfortuna hanno rimesso in carreggiata gli avversari: “Noi giocavamo a viso aperto e sapevamo di rischiare qualcosa, abbiamo perso palla e loro sono ripartiti, ma era comunque una situazione leggibile, eravamo in quattro a coprire. Ma il fatto è che dopo aver giocato in una sola metà campo non portare a casa nemmeno un punto fa male. Rimane la prestazione che è stata di livello e andiamo avanti lavorando“.

I granatini sono stati anche scoraggiati dal gol del 3-1, anche se hanno continuato a credere nel poter raddrizzare la gara: “Il 3-1 credo sia evidente fuorigioco, ma non serve a niente dirlo. È normale che prendere quel gol ci abbia fatto male. Dopo che nel secondo tempo loro non avevano davvero fatto niente, prendere gol su punizione e in posizione dubbia ci ha tagliato un po’ le gambe. Peccato perché saremo stati in partita fino alla fine con un atteggiamento diverso, anche se ci siamo stati comunque, infatti abbiamo trovato il secondo gol e siamo andati vicini al pareggio nel finale. Un peccato perché per la prestazione che abbiamo fatto è un risultato davvero immeritato“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili