Connect with us

Giovanili

Under 17, i granatini fermano il Frosinone sul 2-2. De Santis: “L’espulsione li ha rimessi in partita”

Campionato Under 17 Serie A e B, Girone C – 23ª Giornata

Frosinone – Salernitana 2-2

TABELLINO

FROSINONE: Salvati, Perlingieri, Bertollini (1′ st Nigro), Santarpia, Giordani, Mattei, Selvini, Rimedio (1′ st Rodio), Morelli, Luciani, Coccia. A disp. Varnacchio, Macrì, Gabriele, Coly, Di Bono, Marconi. All. Marsella.

SALERNITANA: De Matteis, Iaiunese, Guzzo, Della Torre (36′ st Cannavale), Tortora, Di Micco, Fois (21′ st Fresa), Cesarano (21′ st Froncillo), Guida (36′ st Magliozzi), Arena (36′ st Mastrogiovanni), Porcaro (8′ st Onda). A disp. De Simone, Rolando, Ramazzotti. All. De Santis.

Arbitro: Sig. De Paolis di Cassino (Mariniello/Grassia).

Marcatori: Arena (S) al 43′ pt, Guida (S) al 45′ pt, aut. Di Micco (S) al 32′ st, Perlingieri (F) al 35′ st. Ammoniti: Mattei (F), Di Micco (S), Selvini (F). Espulsi: Iaiunese (S) per somma di ammonizioni. Angoli: 6-3. Recupero: 1′ pt – 4′ st.

L’Under 17 della Salernitana, unica formazione giovanile granata a scendere in campo oggi, ottiene un bel pareggio sul campo del Frosinone, con i ciociari che sono riusciti ad agguantare il 2-2 finale grazie alla seconda frazione di gioco passata in inferiorità numerica dagli ospiti.

La Salernitana infatti ha iniziato molto meglio la gara, risultando padrona del campo rispetto ai padroni di casa, messi in difficoltà sul piano del gioco grazie alla pressione portata con equilibrio dai granatini. Granatini che si rendono anche pericolosi in varie occasioni, colpendo anche una traversa con Di Micco. Poi negli ultimi minuti del primo tempo il gioco ordinato della Salernitana paga: al 43′ si sviluppa bene l’azione da dietro e poi sulla fascia di Fois, che la mette sul secondo palo dove Arena incrocia perfettamente e segna l’1-0. Una bella azione anche quella che due minuti dopo permette a Guida di trovarsi a tu per tu con Salvati e batterlo piazzandola all’angolino. Il doppio colpo subito prima dell’intervallo avrebbe potuto fare molto più male al Frosinone, che però due minuti dopo rientro in campo si trova con un uomo in più grazie all’espulsione per somma di ammonizioni di Onda. La Salernitana non si scompone, ma inizia a fare fatica nei duelli individuali e poco dopo la mezz’ora i padroni di casa accorciano le distanze grazie alla deviazione sfortunata di Di Micco che svirgola nella propra porta una palla tesa in mezzo. I ciociari a questo punto ci mettono il cuore e al 35′ trovano anche il pareggio con un’azione caparbia, dopo varie ribattute la palla fluttua dalle parti del dischetto dove arriva Perlingieri che non sbaglia il rigore in movimento. La Salernitana nonostante l’uomo in meno e l’inerzia della partita capovolta ha un paio di occasioni per vincere la gara nel finale, ma si deve accontentare del definitivo 2-2.

L’allenatore dei granatini, Ernesto De Santis, parla con orgoglio della prestazione dei suoi: “Non c’è nulla da rimproverare ai ragazzi. Gran prestazione. Squadra unita, vogliosa, equilibrata. Nel primo tempo non abbiamo concesso nulla, loro avevano difficoltà a palleggiare perché non gli lasciavamo lo spazio per farlo e li costringevamo a buttare il pallone in avanti. Poi nel secondo tempo è stata tutta un’altra partita, il campo era grande e si è sentito l’uomo in meno, abbiamo sofferto nei duelli individuali, anche se continuando a tenere botta. Poi loro avevano anche la foga di voler fare risultato dato che sono in lotta per i playoff“.

L’espulsione di Onda ha sicuramente condizionato la gara che volgeva in un’altra direzione quando si è concluso il primo tempo. “Abbiamo trovato i due gol solo negli ultimi minuti, ma avevamo avuto anche altre occasioni limpide, colpendo pure una traversa, mentre loro non ci avevano impensierito. Poi nel secondo tempo non hanno potuto accusare questo colpo perchè c’è stata subito l’espulsione, ma non gli abbiamo dato tante occasioni per fare gol. Nel calcio non si ha mai la controprova, ma sono sicuro che undici contro undici sarebbe stata dura per loro. La nostra prestazione comunque rimane, con il nostro atteggiamento che non è mai cambiato“.

Il mister risponde anche su quali saranno gli obiettivi per questo ultimo tratto del percorso stagionale dopo l’insolito avvicendamento in panchina a cui la squadra ha comunque risposto bene finora: “È stato un cambio insolito, dettato da motivi personali, altrimenti la società non rischierebbe di destabilizzare l’ambiente dei ragazzi. Ragazzi che ho trovato bene, stanno rispondendo a quei pochi concetti che sto cercando di insegnargli. Riguardo gli obiettivi, dato che siamo fuori dalla corsa ai playoff, rimangono quelli di base all’inizio dell’anno, far migliorare i ragazzi e prepararli a ciò a cui andranno incontro l’anno prossimo nel campionato Primavera“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili