Connect with us

News

U17 subisce poker in casa del Cosenza. Cerrato: “Fase difensiva da migliorare”

TABELLINO – COSENZA-SALERNITANA 4-1 (UNDER 17)

COSENZA: Iovino, Pedalino, Gallo, Dirane (1′ st Anaclerio), Casciaro, Occhiuto (37′ st Mammolito), Menna (17′ st Vadalà, 37′ st Sciafani), Sommario, Ciolante (37′ st Pugliese), Chisari, Batoletti (19′ st Federico). A disp. Falsetti, Bellotti, Chidichinno. All. Angotti

SALERNITANA: Di Stanio, Scognamiglio, De Gennaro, La Rocca (1′ st Macrì), Fasano, Gallo, Celia (19′ st Castellano), Mastrocinque (1′ st Nicoletti), Cozzolino (31′ st Meiella), Birra (9′ st Carpetti), Fusco (9′ st Perulli). A disp. Allocca, Langellotto, Gasparro. All. Della Calce

Arbitro: Sig. Raimundo di Paola (Bartoluccio/Perri)

Marcatori: Bartoletti (C) al 16′ pt, Anaclerio (C) al 1′ st, Sommario (C) al 22’st, Carpetti (S) al 38′ st, Vadalà (C) al 42′ st. Ammoniti: Dirane (C), Gallo (S), Macrì (S), Sciafani (C). Recupero: 3′ pt – 5′ st

La Salernitana Under 17 incappa in una brutta sconfitta in casa dei pari età del Cosenza, che cala il poker per il 4-1 finale. Nonostante il risultato pesante, la squadra di Cerrato si è dimostrato un avversario molto ostico per i padroni di casa, mettendoli in grande difficoltà.
Non passa nemmeno un giro di lancette che De Gennaro centra il palo dal limite dell’area. Poco dopo Cozzolino avrebbe un’altra ghiottissima opportunità, ma invece di involarsi da solo verso la porta mette il pallone fuori pensando che l’arbitro avesse fermato il gioco per un suo fallo. I granatini spingono ancora sull’acceleratore e Birra ha la palla del vantaggio una volta smarcatosi bene in area, ma tira fuori. Troppe occasioni sprecate e alla fine sono i padroni di casa a sbloccare la partita con un incursione centrale e l’inserimento tra i due difensori di Bartoletti, che davanti a Di Stanio rimane freddo e fa 1-0. La Salernitana non molla e cerca subito il pari con Birra che fornisce un bell’assist a Fusco, l’attaccante figlio d’arte però tira in maniera sbilenca. Ancora una volta quindi è il Cosenza ad approfittarne, a inizio ripresa, con due gol fotocopia, entrambi in contropiede dopo un calcio d’angolo a favore dei baby granata. Il primo lo segna Anaclerio al 1′, mentre il secondo arriva al 22′ con Sommario. I granatini assediano la porta dei lupi e l’occasione più importante ce l’ha Perulli, a tu per tu con il portiere Iovino, ma spara fuori. Al 38′ arriva finalmente il gol della Salernitana con Carpetti che supera Iovino con un pregevole pallonetto dopo la buona imbeccata di Nicoletti alle spalle di una difesa distratta. Ormai però la partita è compromessa e al 42′, con i ragazzi di Cerrato anche sbilanciati in avanti, i padroni di casa segnano il definitivo 4-1 con il colpo di testa solitario di Vadalà. Quasi pleonastici i cinque minuti di recupero prima che l’arbitro fischi tre volte decretando la vittoria del Perugia.

Al termine della gara l’allenatore dei granatini, Pasquale Cerrato, analizza la gara: “Il risultato si commenta da solo, ma faccio fatica a commentare la partita perché abbiamo creato tantissime palle gol nitide, mentre loro sono stati molto cinici. Noi siamo mancati in fase di finalizzazione. La squadra mi è piaciuta sotto il punto di vista della creazione del gioco, ma dobbiamo migliorare sotto la fase difensiva. Abbiamo ricevuto i complimenti dei loro dirigenti che hanno detto che con la Roma hanno subito meno tiri in porta, ma i complimenti lasciano il tempo che trovano. Comunque, a differenza del passivo di Perugia che era stato ugualmente pesante, qui la squadra non è mancata dal punto di vista della prestazione. L’unico passo indietro è stato dal punto di vista difensivo, abbiamo riprovato la difesa a tre per poi ridisporci a quattro, ci sono state delle lacune a cui dobbiamo assolutamente rimediare lavorandoci sopra“.

 

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News