Connect with us

News

Taglio stipendi, no ad accordi collettivi: Aic e procuratori chiedono valutazioni individuali

“Niente accordi collettivi”, è questo la richiesta di Assocalciatori e procuratori che chiedono alla Salernitana (e non solo) di valutare caso per caso il taglio degli stipendi. I giocatori granata hanno fatto capire di essere disposti a rinunciare ad una mensilità e come sottolineato al Mattino da Danilo Coppola, delegato Aic per il Sud Italia: “Non possono, però esserci i accordi collettivi che riguardino aspetti economici, i tesserati dovranno in ogni caso ratificare singolarmente tutte le squadre può capitare che la maggioranza sia propensa al sacrificio economico ma un paio di calciatori assolutamente no. È nell’interesse delle società evitare contenziosi. Non c’è chiusura: i calciatori ascoltano ma c’è anche tempo per discuterne, visto che il prossimo controllo federale è fissato il 26 giugno”.

Anche nello spogliatoio granata, del resto, ci sono situazioni contrattuali differenti. C’è ad esempio Milan Djuric: il centravanti bosniaco ha un contratto lungo con un ingaggio di oltre 300mila euro, premi gole  premio promozione. Il suo agente Sabbatini, interpellato da Il Mattino, ha spiegato: “I ragazzi tutti insieme sarebbero fermi ad uno stipendio di controproposta. Capisco le società che in questo momento hanno subito perdite. Ci sarà da leccarsi le ferite reciprocamente cercando di farlo in maniera equa”. C’è poi la spinosa situazione di Lamin Jallow, assistito da Luigi Sorrentino: “La Salernitana ha chiesto ai ragazzi di lasciare due stipendi. Mi pare esagerato dice Sorrentino, il procuratore del gambiano i calciatori non hanno fatto partite ma hanno lavorato a distanza, hanno seguito le indicazioni della società, non sono andati in vacanza. Tutto è sindacabile così come tutto è negoziabile, ma i soldi non sono miei”. Ha un ingaggio importante anche Billong che a fine stagione diventerà ufficialmente tutto granata per tre anni. Lo è già diventato Felipe Curcio mentre Akpa Kpro ha un contratto in scadenza nel 2021: questi giocatori sarebbero disposti a trattare.

Battistini, ex portiere e oggi agente di Micai parla di “aspetto delicato. Ne stanno chiacchierando ma occorre una proposta formale. La Salernitana esibisca di gruppo e poi singolarmente e sono convinto che ciascun calciatore farà la propria parte. Aspettiamo l’evoluzione: in mezzo a troppe cose sospese – protocollo, diritti tv – come si fa a decidere? Vediamo, ascoltiamo. È ovvio che se si dice lasciate tutto, diranno no perché non si può”. Lascia il discorso in sospeso Helga Lioni, che cura gli interessi di Heurtaux“È tutto work in progress. Si riprende? In che modo? Riguardo le rinunce, Thomas in tempi non sospetti aveva già fatto il suo. C’è già stata disponibilità in passato e aveva accettato una decurtazione. Il suo contratto è in scadenza. Attendo, quindi, di riparlarne con Fabiani”. Tra i giocatori in attesa di novità c’è Valerio Mantovani, assistito da Giovanni Ferro“Se la Salernitana vorrà mettersi seduta a tavolino, faremo un discorso più ampio. È giusto che siano soddisfatte entrambe le parti. Al di là della richiesta di ritocco dello stipendio verso il basso, rivolta a tutti, con noi c’è da fare una chiacchierata a 360 gradi, perché poi c’è caso e caso. Mantovani è a scadenza di contratto, tra due mesi sarà svincolato ma non potrà restare senza squadra e continua a dare la priorità alla Salernitana, uno dei club più importanti in Serie B. Aspettiamo un incontro, adesso il periodo peggiore, causa Covid, è alle spalle. Ne abbiamo parlato con Valerio, mi ha detto dell’approccio del club con tutti i tesserati ma il discorso Mantovani è da affrontare singolarmente. Tra meno di due mesi sarà 30 giugno, c’è una scadenza di vincolo, il suo stipendio è già tra i più bassi della squadra”.

Nel frattempo Venezia, Perugia Empoli hanno trovato l’intesa. In Laguna i giocatori rinunceranno ad una mensilità se si dovesse tornare in campo, a due se il campionato non dovesse riprendere. I calciatori a Perugia faranno a meno di 45 giorni di emolumenti mentre quelli dell’Empoli ad un mese e mezzo ma solo se non si dovesse tornare a giocare (in tal caso lascerebbero nelle casse del club un mese).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News