Connect with us

News

Serie B, l’estate dei ricorsi. Al Collegio di Garanzia dello Sport anche Palermo, Benevento, Verona e Crotone

Una lunga estate italiana. Non solo Bari e Avellino, anche Benevento, Crotone, Hellas Verona e Palermo ricorrono al Collegio di Garanzia del Coni contro la Lega B. Le prime tre società hanno effettuato addirittura ben due ricorsi: nel primo caso si chiede “l’illegittimità della pretesa” della lega cadetta di obbligare le ricorrenti, dal momento della loro iscrizione al campionato e quindi all’adesione alla Lega stessa, “di cedere alla medesima gli spazi pubblicitari per la relativa commercializzazione e a garantire eventuale esclusiva e non concorrenza nella commercializzazione degli altri spazi; il tutto a pena di pesanti sanzioni sino all’esclusione dal riparto delle somme rinvenienti dai diritti televisivi“.

Nel secondo caso, invece, si chiede “l’illegittimità della pretesa della LnpB di obbligare” le 3 società “a versare, in caso di promozione nella massima serie al termine della stagione sportiva e in caso di permanenza in quelle successive, il cd. contributo promozione, nonché di cedere ora per allora il credito futuro alla stessa LNPB“.

Il Palermo, invece, ha effettuato ricorso al Collegio di Garanzia del Coni in relazione all’omologazione del risultato della finale di ritorno contro il Frosinone. La gara della discordia che ha visto Citro, giocatore del club ciociaro, gettare volontariamente un pallone in campo per perdere tempo e in cui c’è stata la famosa invasione di campo dopo il secondo gol siglato da Ciano che ha chiuso i giochi. Il Palermo ha fatto ricorso nei confronti di FIGC, Frosinone e Lega B ‘per la riforma e/o l’annullamento della decisione della Corte Sportiva di Appello della FIGC a Sezioni Unite, emessa a mezzo Comunicato ufficiale n. 168/CSA del 26 giugno 2018 e n. 172/CSA pubblicato in data 27 giugno 2018, contenenti, rispettivamente, il dispositivo e le motivazioni della decisione, con cui è stato respinto il reclamo della U.S. Città di Palermo S.p.A. avverso la decisione del Giudice Sportivo della Lega B, che ha rigettato le domande della Società Palermo di sanzionare la Società Frosinone con la perdita della gara disputata in data 16 giugno 2018 con il punteggio di 0-3 e di non omologare il risultato della partita’.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News