Connect with us

News

Salernitana in A, festeggiano anche gli ex: da Di Vaio a Di Napoli, emozioni sui social

Il granata rimane nel cuore. A dimostrarlo i tanti omaggi resi da ex calciatori, che a Salerno ci siano stati solo di passaggio o che ci siano rimasti un’intera carriera. Non poteva ovviamente mancare quello del giocatore simbolo della Salernitana, Luca Fusco, che l’ippocampo cucito sulla maglia l’ha fatto diventare un tatuaggio sul petto giocandoci più di chiunque. Era giovanissimo, agli inizi del suo cammino che lo ha portato a diventare una bandiera granata, quando anche lui realizzò il sogno Serie A, un sogno dal sapore ancora più intenso per lui che qui ci è nato. Anche per questo, nonostante il tempo trascorso, le emozioni non cambiano, come scrive su Instagram: “23 anni dopo la storia si ripete, anche se non dal campo le emozioni sono forti. Complimenti ai ragazzi, al mister e alla società. Serie A“.

In quel campionato di Serie B vinto e in quella sfortunata stagione in Serie A c’erano tante altri giovani promesse, una su tutti Marco Di Vaio: “Una città e uno stadio che non dimenticherò mai perché a Salerno ho vissuto due anni pieni di emozioni e grande passione! Bentornata in Serie A“. Era invece un po’ più esperto Vittorio Tosto, che ha impregnato di sudore la casacca come pochi altri a furia di percorrere inesauribilmente la sua fascia sinistra e che quest’anno ha visto promosse in massima serie le due squadre in cui ha passato più tempo: “DoppiA gioiA. Salernitana ed Empoli tornano in Serie A. Complimenti“. Stesso discorso per Ighli Vannucchi che dice: “GodetevelA cuori granata! Complimentissimi alla Salernitana per l’impresa“. Altro protagonista dell’ultima comparsa del cavalluccio nel massimo campionato nazionale è stato Giacomo Tedesco, che ricorda anche la coincidenza delle date: “10 maggio 1998 – 10 maggio 2021. Bentornata Salernitana. Grazie Ragazzi“. L’esordio di quella Salernitana in Serie A avvenne in casa della Roma, e anche se lui è arrivato a Salerno diversi anni dopo Igor Zaniolo si unisce al coro cantando: “E l’anno prossimo gioco all’Olimpico“. Canta anche Domenico Botticella, ma sulle note di Luciano Ligabue: “Urlando contro il cielo…AAAAA!“. Mentre Arturo Di Napoli lascia cantare Amedeo Minghi e Mietta, mettendo come sottofondo Vattene Amore alla storia del pugile salernitano Dario Socci, nel pieno dei festeggiamenti. Un altro ex portiere a dare segno di stima e affetto è stato Salvatore Pinna: “Auguri a tutto il popolo granata per questo grande traguardo…un traguardo meritato e sudato. Bravi tutti, l’ho sempre detto, piazza da Serie A. Forza Salernitana. Ben tornati in Serie A“. Dedica anche di Alfonso Camorani, con un semplice “Serie A“. Alla festa partecipa pure Evans Soligo, alla Salernitana per cinque anni di cui quattro da capitano: “Alla fine ce l’hai fattA…Complimenti!“. Tra gli ex più recenti, ma che per i granata ha sofferto molto, invece c’è Alessandro Bernardini, che ricicla il motto della promozione in Serie B, stavolta evidenziando l’ultima lettera invece della prima: “Bentornata Sua MaestÀ“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News