Connect with us

News

Sabatini al Mattino: “Sei, sette acquisti per inseguire la salvezza”

sabatini

Il top player della Salernitana, per adesso, è lui. Walter Sabatini è il primo “campione” ingaggiato da Danilo Iervolino nel progetto di rifondazione e rilancio della compagine granata che oggi affronterà il Napoli in un derby anomalo, tra stadio quasi deserto e formazione ospite in totale emergenza (clicca qui per leggere le probabili formazioni). Il nuovo direttore sportivo dell’ippocampo – nel pieno del lavoro per rinforzare la rosa – è stato ospite della sede del quotidiano Il Mattino per una lunga intervista alla vigilia del derby.

Sabatini e i primi colpi

“A me piace il rapporto umano, intellettuale, quello che mettono in piedi i vari Cairo, De Laurentiis. Non esiste un calcio senza rapporti, senza spiegazioni. Ho preso Mazzocchi, magari non sarà un fenomeno, ma mi serve potenza. Il suo procuratore mi ha girato una foto, il ragazzo che fa la valigia e lui che scrive pronto per il miracolo. Lo compro tre volte uno come lui” ha spiegato Sabatini, “presentandosi” dopo la decisione di accettare la missione Salerno. Oggi incrocerà l’amico Spalletti: “Lui è il mio genio che può essere genio fino in fondo solo con me. Capisco i suoi stati d’animo, il suo umore, capisco quando sta arrivando la burrasca dallo sguardo. Lui in campo trova gli angoli dei passaggi, gli appoggi dei piedi, è straordinario. Maldestramente dopo le prime vittorie in campionato ho pronosticato il Napoli campione d’Italia. Spalletti non è un nemico, non può esserlo. Siamo avversari, anche se noi siamo avversari fragili. Questo non è più calcio, auspico la sospensione fino a quando non si torna alla normalità. Che senso ha arrivare a una partita con 6 uomini in meno? È una situazione invivibile”.

Colantuono e il derby

Sabatini si è soffermato anche sulla posizione di Colantuono: “Potrei mai mandarlo via perché perde con il Napoli? E poi che squadra ha avuto a disposizione fino ad adesso? L’equità impone di poter giudicare l’allenatore se ha una squadra, ma come si fa a valutare un tecnico che tra covid e infortuni non ha mai avuto una squadra non in emergenza?”. E a proposito del tecnico, venerdì in conferenza stampa ha parlato di zero possibilità per i granata nel derby: “Lo fa per abbassare il livello di attenzione al Napoli. Magari prendono atto, ci affrontano rilassati. Magari anche Spalletti si confonde dopo frasi così”.

La quota salvezza: “Non ce la faccio a immaginarla, perché mi viene una crisi d’ansia. Quanti acquisti? Sei, sette. E possiamo provare a inseguire la salvezza. Anche perché la sentenza del Napoli dello scorso anno dice che le gare con l’Udinese e il Venezia le dovremo giocare”. Infine sul derby: “Se si fosse giocato tra un mese avrei visto il Napoli messo molto male. Oggi però se Spalletti esagera e ci fa più di due gol gli tolgo il saluto”.

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Salernitana: la grande cavalcata della formazione del girone di ritorno Serie A

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News