Connect with us

News

Riapertura degli stadi al pubblico: la Lega Serie A presenta un protocollo alla Figc

La Lega Serie A vuole al più presto rivedere gli stadi popolati dai tifosi che rendono il calcio speciale. Tutto nella massima sicurezza ovviamente. È quindi stato stilato un dettagliatissimo protocollo, di circa duecento pagine, per sondare la possibilità di un’apertura (parziale) degli spalti al pubblico.
Il progetto della Lega è così lungo anche perché presenta soluzioni singolari per ognuna delle venti società di Serie A, a seconda della capienza, ma anche della posizione delle strutture, del livello di contagio delle rispettive regioni e di altri fattori. Comunque in linea generale l’idea è di aprire gli stadi per un terzo della loro capienza massima. Una proposta che serve ad aprire il tavolo di discussione già per queste ultime settimane, ma soprattutto per avere una base da cui partire per l’inizio della prossima stagione. Il protocollo verrà infatti presentato al presidente della Figc, Gabriele Gravina, il quale potrà valutarlo e utilizzarlo nel dialogo con il governo per verificarne la fattibilità o capire quali accorgimenti applicargli.

L’iniziativa riguarda specificamente la massima serie, ma è scontato che qualora venisse dato il via libera, anche i club di Serie B seguirebbero l’esempio e farebbero la corsa per adeguarsi alle norme e riavere i propri spettatori al seguito. Nel caso della Salernitana non dovrebbero esserci particolari problemi. L’Arechi infatti è lo stadio più capiente della serie cadetta, con 31300 posti, quindi aprirlo per un terzo vorrebbe dire aprirlo a più degli 8100 di media che hanno seguito i granata in questa stagione. Anche la posizione dello stadio è vantaggiosa, fuori dall’ambiente urbano e con tanto spazio libero all’esterno per disperdere gli assembramenti che potrebbero crearsi tra chi non riesce ad avere la possibilità di entrare oppure nel pre- e nel post-partita. Infine la Campania è stata una delle regioni meno esposte al contagio e gli indici stanno rimanendo stabilmente molto bassi anche dopo queste prime settimane di riapertura. Tutti punti a favore per il Cavalluccio, che avrebbe più che mai bisogno dell’apporto e della carica dei propri tifosi in un momento non semplice dove la squadra dà quasi l’impressione di essere apatica come l’ambiente che la circonda.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News