Connect with us

News

Grinta Baroni: “Domani gara da impeto e coraggio, Ciofani e Ceravolo potrebbero giocare titolari”

La Cremonese vuole tornare a vincere. Il successo manca dal 30 settembre e anche l’arrivo di Marco Baroni in panchina non ha cambiato il trend negativo. Il tecnico ex Novara e Benevento ha analizzato il periodo in casa grigiorossa ai microfoni dei cronisti.

Baroni è consapevole del valore della Salernitana ma vuole una risposta dai suoi ragazzi: “Inutile che spenda parole sul valore del mister e della stessa Salernitana: domani sarà più importante ciò che faremo noi. Che il calendario non fosse dei più facili lo sapevamo, ma ogni gara ci sono difficoltà. La Salernitana è in fiducia, farà bene. Sta lavorando con il tecnico da inizio campionato. Domani dobbiamo dare una risposta a noi stessi e ai tifosi”.

Tutti disponibili in casa grigiorossa, ad eccezione di Deli: “Ha avuto un risentimento muscolare, quindi, non è convocato. Tutti gli altri sono a disposizione, ad eccezione di Caracciolo che deve scontare il turno di squalifica. Abbiamo recuperato Piccolo, ma questo era già stato programmato: non l’ho portato a Cosenza per consentirgli di lavorare. Chiaramente non è al cento per cento, ma è disponibile: ci darà una grossa mano”.

Il tecnico dei lombardi può contare su alcuni recuperi e ha intenzione di rilanciare l’attacco pesante: “Sicuramente rientra Agazzi, ha lavorato bene. Anche Terranova ha fatto un buon rientro, ci sarà qualche cambio rispetto a Cosenza. C’è anche l’intenzione di mettere in campo di inserire dall’inizio sia Ceravolo che Ciofani. Claiton sta molto meglio, ha quasi completamente recuperato ed è pronto, deve solo ritrovare la condizione”.

Sul sistema di gioco: “Non è l’aspetto primario, dobbiamo trovare la prestazione sia individuale che di squadra come fatto in alcune gare. Solo con questo presupposto si può contrastare il recente periodo di difficoltà. Sicuramente dobbiamo migliorare dal punto di vista della corsa, della pericolosità offensiva. Questo è l’anello debole – prosegue il tecnico – la squadra è migliorata nella gestione palla: ha sempre avuto un predominio territoriale; domani dobbiamo fare una gara di spessore temperamentale, giocando con convinzione e determinazione. Chiaro che in queste ultime due partite abbiamo vissuto anche un po’ di appannamento dovuta alla gestione delle tre gare”.

Baroni ritorna sulla gara di Cosenza: “Una gara non semplice, condizionata dai goal subiti a freddo dopo pochi minuti, dal fatto che abbiamo giocato anche tre gare in pochi giorni. Ma al di là di questi fattori non dobbiamo trovare alibi. Ogni partita è importante, decisiva. La situazione in classifica la conosciamo: si deve guardare in faccia alla realtà. Sono convinto che questa squadra ha la forza per venirne fuori. Sarà una partita delicata contro un avversario che ha delle certezze. Dobbiamo affrontare questa gara come avvenuto contro Frosinone, Empoli e il primo tempo di Benevento. Non è tutto da buttare, ci sono delle cose che vanno e altre in cui bisogna migliorare”.

La chiosa finale sul momento vissuto: “Sono dell’avviso che i momenti non belli te li devi sentire addosso, questo aiuta a dare il meglio di te stesso. Per il resto dobbiamo essere sereni, domani occorrono testa lucida e sangue caldo. Serve una partita di impeto e coraggio. Bisogna fare un passo in avanti, scendere in campo a testa alta, convinti e con coraggio”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News