Connect with us

Giovanili

Primavera ko in via Allende. Procopio: “Meritavamo pari, capisco emozione dei ragazzi”

Rammaricato, ma allo stesso tempo comprensivo mister Gianluca Procopio al termine di Salernitana-Cosenza, nei confronti dei suoi ragazzi. Giocare per la prima volta in uno stadio come l’Arechi, sicuramente avrà suscitato emozione in alcuni baby della Primavera granata, ma probabilmente anche al tecnico stesso, che oggi tornava nell’impianto in una gara ufficiale per la seconda volta nella sua carriera (la prima fu nel 2006, da calciatore del San Marino, in C1).

“Penso che avremmo meritato il pareggio perché i ragazzi hanno lottato fino alla fine. Sullo 0-0, avremmo potuto segnare prima noi, se Bammacaro l’avesse buttata dentro. Invece veniamo sempre puniti alla prima occasione e sono rammaricato che la sconfitta sia arrivata in questo modo. Forse c’è stata anche un po’ di emozione, ci sta che qualche ragazzo l’abbia sentita. – le parole del tecnico in conferenza stampaL’Arechi è anche un campo molto grande, ne abbiamo risentito pure sul piano della corsa e delle distanze che non riuscivamo a trovare. Avevo parlato ai ragazzi in settimana per farli rimanere tranquilli, nonostante lo stadio e la presenza di mister Nicola. Le partite si possono perdere se si combattono fino alla fine, invece prestazioni come quelle di Benevento non devono più accadere. Dopo la partita di oggi, salvo la prestazione di tutti i ragazzi: qualcuno ha giocato meglio, ma io parlo sempre del collettivo perché singolarmente, a meno che non sei Maradona o Ronaldo, non puoi fare nulla”.

Infine, una battuta sulla convocazione del moldavo Motoc in Nazionale U21 per le qualificazioni ai prossimi europei, motivo per il quale oggi era assente: “È motivo d’orgoglio perché è la dimostrazione della sua crescita, che è l’obbiettivo del nostro lavoro in quanto settore giovanile; non ci può essere risultato migliore per noi. Tra l’altro, quando lo abbiamo preso dal Carpi in estate, era un trequartista. Poi abbiamo arretrato la sua posizione e ora è arrivato questo traguardo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili