Connect with us

News

Palle inattive, gli episodi non sono… dettagli: Castori torchia i suoi al M.Rosy

Palle inattive fino allo sfinimento. Fabrizio Castori ha lavorato tantissimo ieri al Mary Rosy sui calci da fermo soprattutto a livello difensivo: la sua squadra entra nel rush finale e non ci si può permettere di lasciare indietro dettagli… così importanti. Se è vero che “il campionato è lungo, difficile, equilibrato e imprevedibile”, è altrettanto facile ricordare come gli episodi possano fare la differenza in area di rigore. Dunque, corner e calci di punizione laterali diventano azioni da sfruttare per massimizzare i profitti.

La Salernitana ha subito 7 gol su 27 da palle inattive, il 35%. Percentuale non bassissima, considerando la proverbiale solidità castoriana. Di questi, 5 sono stati subiti di testa e 4 sono arrivati da calcio d’angolo (tra cui quello di Valoti che – sfruttando un abile blocco – aprì le marcature al Mazza nella partita d’andata). Sono cambiate molte cose da allora e il cavalluccio non può permettersi ulteriori cali di tensione. Al massimo, provare a invertire i favori: sono sette (sui 30 totali) i gol messi a segno su palla inattiva dai granata, solo 3 da corner. La Salernitana, peraltro, è la squadra che ha battuto meno angoli di tutta la B (84).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News