Connect with us

News

Juve, Locatelli: “Da dicembre si respira aria diversa, dobbiamo continuare così”

Domani sera la Juventus è chiamata a vincere quella che, dopo il pareggio dell’andata, è praticamente una gara secca con il Villareal per accedere ai quarti di finale di Champions League. Nella conferenza stampa prepartita, Manuel Locatelli non si è soffermato solo sulla partita che si giocherà all’Allianz Stadium, ma anche sul buon momento dei bianconeri che sembrano aver dimenticato i problemi di inizio stagione: “Credo che da dicembre abbiamo fatto dei grandissimi passi avanti proprio come gruppo – ha spiegato il centrocampista campione d’Europa – Stiamo benissimo insieme, ci siamo uniti molto e si respira un’aria differente. Abbiamo avuto delle difficoltà iniziali ma siamo cresciuti tanto, ora il gruppo sta andando benissimo e siamo molto felici di questo“.
Nelle ultime uscite poi lo stesso ex Sassuolo ha fatto notare una crescita importante anche sotto il profilo individuale, merito della nuova veste tattica: “Sono molto felice di come stiamo facendo tutti in generale. È normale che in questa posizione mi trovo molto bene perché riesco a attaccare gli spazi. Stiamo giocando bene e sono felice, anche fisicamente stiamo meglio e questo è importante, quindi dobbiamo continuare così. Il mister ci chiede sempre di giocare, di avere un atteggiamento propositivo, di occupare bene gli spazi. Ovviamente il fatto di conoscerci meglio in campo ora è un valore aggiunto. Ripeto: siamo molto felici, ma dobbiamo continuare così perché non abbiamo ancora fatto nulla“.
Comunque bisogna ancora crescere perché la strada davanti è ancora lunga: “Devo migliorare tanto perché sicuramente devo fare qualche gol in più, devo avere continuità all’interno della partita e migliorare tante altre cose. C’è un mister che ci insegna questo, quindi bisogna seguire quello che ci dice e dobbiamo migliorare tutti perché ci sono ampi margini di miglioramento“.
Un altro motivo delle buone prestazioni del prodotto del vivaio del Milan è l’intesa con Arthur: “È una bravissima persona, ci siamo trovati bene fin dall’inizio. L’ho conosciuto giocandoci contro in un torneo con il Milan e mi aveva impressionato molto. È un ragazzo molto forte, che stimo, ci stiamo trovando bene a centrocampo e questo è positivo. Ma ci troviamo bene in generale, è un giocatore bravo che stimo“.
Infine il calciatore lombardo ha spiegato cosa si prova a entrare nel mondo di un club come la Juventus: “Mi ha colpito la mentalità di questa società, è qualcosa che ti entra dentro dal primo giorno in cui arrivi. È qualcosa a cui o ti adatti oppure non puoi stare alla Juventus. Credo che sia una mentalità unica ed è un’ottima cosa“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News