Connect with us

News

Faggiano (ds Parma) a Bussola24: “Operazione Ceravolo sarebbe dispendiosa per tutti. Sprocati? Guardiamo altro”

Il direttore sportivo del Parma Daniele Faggiano frena, almeno per il momento, la fantasia dei tifosi granata che speravano di vedere Fabio Ceravolo segnare con la maglia della Salernitana nella prossima stagione. L’attaccante era stato messo tra gli attaccanti top nella lista di Stefano Colantuono. La dirigenza granata ha avuto un pour parler con l’entourage del calciatore che, al momento, non si muoverà da Parma. Lo stesso ds ducale, intervenuto ieri sulle frequenze di Radio Bussola 24, conferma che “sarebbe un’operazione dispendiosa per tuttiCeravolo rimane un giocatore del Parma, abbiamo fatto tanto per comprarlo, abbiamo dovuto anche aspettarlo sei mesi, quindi ci darà una mano anche in Serie A. Quello che posso assicurare è che non mi ha chiamato nessuno della Salernitana“.

Oltre alle voci riguardanti la “belva”, com’è soprannominato il bomber calabrese, il dirigente dei crociati smentisce anche quelle sul regista Antonio Vacca e su un interesse per Sprocati, dato in uscita dalla Lazio: “Vacca è in uscita ma non c’è stato nessun contatto con la Salernitana. Il nostro mercato dovrebbe essere iniziato ora, ma sono tre mesi che non dormo, quest’anno penso che il mercato per la Serie B ripartirà dopo i primi di agosto. Lì si muoveranno tante squadre. Sprocati? Ferma, tante volte i procuratori parlano. A me piaceva tanto anche l’anno scorso, ma adesso puntiamo ad altri profili, aspettiamo e vediamo, per ora non è una nostra priorità. È tutto un grande punto interrogativo. Non c’è una vera linea di condotta. In alto c’è confusione. Poi in Italia la maggior parte delle operazioni vengono fatte sempre negli ultimi giorni“.

Ovviamente il DS emiliano si riferisce alla situazione estremamente confusa delle iscrizioni e dei ripescaggi, che le squadre del campionato cadetto stanno aspettando per capire come muoversi. Non ha perso tempo invece la Salernitana, che ha messo le basi per un campionato da protagonista, sperando che il lavoro venga ultimato, obiettivo per il quale l dirigente pugliese dà qualche consiglio ai granata: “Io lo spero perché per me Salerno è una piazza importante che deve fare bene e tornare nel calcio che conta. Quando vado a Salerno mi vengono i brividi, non sempre si trova un pubblico che sostiene la squadra per cento minuti, ha un fascino particolare. Però oltre che programmare servono anche delle strutture che possano far lavorare bene tutti“.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News