Connect with us

News

Esame Crotone per la Salernitana: allo Scida granata camaleontici con Cicerelli terzino e Maistro sulla trequarti

CROTONE – SALERNITANA
STADIO EZIO SCIDA (ORE 21)

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Marrone, Golemic; Gerbo, Benali, Barberis, Zanellato, Molina; Messias, Simy. A disp. Festa, Gigliotti, Mustacchio, Spolli, Armenteros, Jankovic, Bellodi, Crociata, Gomelt, Maxi Lopez, Mazzotta. All. Stroppa.

SALERNITANA (4-2-3-1): Micai; Cicerelli, Aya, Migliorini, Curcio; Akpa Akpro, Di Tacchio; Lombardi, Maistro, Kiyine; Djuric. A disp. Vannucchi, Russo, Billong, Lopez, Capezzi, Jallow, Karo, Galeotafiore, Jaroszynski, Heurtaux, Giannetti, Gondo. All. Ventura.


Da un lato la consapevolezza di essere ad un passo dal ritorno in A, dall’altro l’ambizione di dire la propria nella corsa play-off. Crotone-Salernitana si presenta come una delle partite più interessanti della 35esima giornata del campionato di Serie B. I calabresi sono reduci da tre vittorie consecutive che hanno reso particolarmente concreta l’ipotesi di promozione diretta. La Salernitana invece ha ritrovato la fiducia battendo per 4-1 il Cittadella e ora è chiamata a dare una risposta concreta anche in trasferta dove non vince da gennaio. Per il match dello “Scida”, Ventura deve fare a meno dell’infortunato Dziczek ma recupera Jaroszynski che dovrebbe partire dalla panchina.

Proprio la difesa dovrebbe rappresentare la grande novità dello scacchiere tattico di questa sera, con il tecnico ligure intenzionato a schierare i suoi con un inedito 4-2-3-1. Davanti a Micai, la coppia di centrali sarà composta da Aya Migliorini con Curcio a sinistra e Cicerelli a destra nell’inedita posizione di terzino destro. Sarà un modulo “flessibile” con Akpa Akpro e Di Tacchio a fare schermo davanti alla difesa e a dover fare da collante con il reparto avanzato. Il tridente alle spalle dell’unica punta Djuric dovrebbe vedere la presenza di Lombardi, Maistro e Kiyine; Gondo, in predicato di partire dal 1′, sembra non essere al top fisicamente. I padroni di casa invece dovrebbero rispondere con l’ormai consolidato 3-5-2: attenzione in attacco alla coppia Messias-Simy, un mix di tecnica e fisicità che finora ha spinto i pitagorici nella lotta promozione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News