Connect with us

News

Dicembre mese verità con cinque scontri diretti. La cabala non arride ai granata tra ko e nuovi allenatori

Cittadella, Crotone, Empoli, Pordenone e Spezia. Cinque gare separano la Salernitana dal 2020. Dicembre diventa un mese verità per i granata che ospiteranno all’Arechi calabresi (15 dicembre, si va verso orario da lunch-match e non notturno, come prestabilito) e friulani (26 dicembre ore 15) mentre saranno di scena in Veneto (7 dicembre), in Toscana (21 dicembre) e in Liguria (29 dicembre) per le restanti sfide.

La cabala non arride ai granata. Da quando la Bersagliera è ritornata in B, infatti, in 22 incontri disputati nell’ultimo mese dell’anno sono ben tredici i ko (oltre il 50%) ma soprattutto si sono insediati ben tre nuovi allenatori. Per Di Tacchio e soci, dunque, il trend è da invertire onde evitare spiacevoli sorprese.

Andiamo con ordine:

  • Dicembre 2015. Con Vincenzo Torrente allenatore, il Cavalluccio rimedia tre sconfitte (contro Modena [2-0], Cagliari [0-2] e Como [2-1]), due pareggi a reti inviolate a Vicenza e Livorno e un solo hurrà (Ascoli [2-0]). Bilancio complessivo di soli cinque punti con tre reti segnate e sei subite.
  • Dicembre 2016. Bollini debutta con un ko contro il Bari (2-0) ma si rifà nel match successivo contro il Frosinone (1-3). Seguono altre due sconfitte, contro Carpi (1-2) e Avellino (3-2), l’anno si chiude con la vittoria all’Arechi contro il Perugia (2-1). Il bottino recita: sei punti con otto marcature realizzate e nove goal subiti.
  • Dicembre 2017. Bollini racimola un punto tra Brescia (2-0) e Perugia (1-1). Viene esonerato e al suo posto arriva Colantuono: esordio con Entella positivo (0-2), l’anno si chiude con due sonore sconfitte contro Foggia (0-3) e Palermo (3-0). Complessivamente sono quattro i punti conquistati. Solo tre le reti siglate mente sono nove i centri subiti dagli avversari.
  • Dicembre 2018. Colantuono ne perde tre di fila (Cittadella [3-1], Brescia [1-3] e Carpi [3-2]). Gregucci sostituisce il tecnico di Anzio e l’esordio è positivo (1-0 al Foggia). Seguono pari a reti bianche con Cosenza e sconfitta pesante contro Pescara (2-4). Si replica l’anno precedente con quattro punti portati in cascina. Sette i centri realizzati dagli attaccanti granata, ben tredici i palloni raccolti in rete da Micai.

Riassunto

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News