Connect with us

Giovanili

VIDEO. Primavera, Padova corsaro al Volpe: le ingenuità dei granatini costano il 2-4 alla Salernitana

Campionato Primavera 2, Girone A – 7^ Giornata

Salernitana – Padova 2-4

TABELLINO

SALERNITANA: Russo, De Foglio (27′ st Galiano), Granata (35′ st Del Regno), Tozzi (8′ st Galeotafiore), Iurato, Fucci, Baldassi, Esposito (1′ st Di Battista), Bartolotta, Marino, Sette (8′ st Raiola). A disp. Scognamiglio, Falivene, Rossi L., Pezzo, Crispini, Pezone, Rossi T.. All. Mariani.

PADOVA: Delle Monache, Borin, Contesa (1′ st Polazzon), Scevola, Lovato M., Ruggero, Nnodim (10′ st Gemini, 18′ st Schievano)), Duse, Moro, Telesi, Menato (35′ st Violato). A disp. Gavagnin, De Santi, Lovato E.. All. Centurioni.

Arbitro: Sig. Crosso di Reggio Calabria (Spiniello/D’Apice).

Marcatori: Menato (P) al 43′ pt, Baldassi (S) al 7′ st, Moro (P) al 10′ st, Duse (P) al 13′ st su rig., Bartolotta (S) al 21′ st su rig., Telesi (P) al 41′ st. Ammoniti: Contessa (P), Ruggero (P), Moro (P), Rossi (S), Scevola (P). Angoli: 6-2. Recupero: 0′ pt – 6′ st.

CRONACA

Altra giornata no per la Primavera della Salernitana, che tra le mura amiche del Volpe subisce una sconfitta da parte del Padova, con un passivo di 4-2 abbastanza inclemente rispetto alla prestazione della squadra.

La Salernitana inizia provando a sfruttare gli spazi lasciati dagli avversari sulla fascia destra, dove tra l’altro Baldassi appare ispirato fin da subito, ma le prime occasioni arrivano da calcio d’angolo, con Granata che due volte non riesce a trovare lo specchio di testa. Da calcio d’angolo è pericoloso anche il Padova, ma i brividi veri per Russo arrivano al 20′, quando la retroguardia si fa sorprendere alle spalle da Moro che però tira centrale. Succede spesso che la difesa dei granatini, piuttosto distratti, si facciano prendere alle spalle, ma Russo rimane sempre un passo più avanti e fa buona guardia. I padroni di casa rispondono con un’azione ben manovrata, dove il velo di Sette libera Marino che può provarci col destro dal limite, conclusione però troppo debole. I difensori granata continuano a essere un po’ leggeri e al 43′ permettono a Menato di arrivare per primo su una palla vagante in area dopo una respinta su fallo laterale, l’attaccante tira di prima intenzione e buca Russo sul primo palo, dando ai suoi la possibilità di andare al riposo in vantaggio.

Nella ripresa la Salernitana entra bene in campo e trova anche il pareggio al 7’con Baldassi, il migliore dei suoi, che sfrutta una palla messa a rimorchio da De Foglio, sovrappostosi con i tempi giusti. Il pari dura appena tre minuti, perché su un improvviso capovolgimento di fronte la difesa è messa malissimo e legge male un rilancio, permettendo a Telesi di trovare solo in area Moro, che non può sbagliare. Poi al 13′ arriva il colpo che poteva tagliare le gambe ai granatini: un intervento ingenuo di Fucci alle spalle di Moro costa il rigore per gli ospiti, trasformato perfettamente da Duse. A rimettere in partita i granatini è un altro rigore, questa volta a favore, per il fallo di mani di Ruggero su un tiro da fuori diretto in porta di Baldassi. Dal dischetto va Bartolotta che spiazza Delle Monache e accorcia le distanze al 21′. Il Padova, molto stanco, scompare dal campo, ma i padroni di casa cercano spesso un ricamo di troppo e non riescono a trovare il pari, anzi al 41′, pochi attimi dopo che Raiola aveva sfiorato il 3-3 con un potente destro al volo da posizione defilata, si fanno beffare su punizione da Telesi che la mette sotto la traversa, mentre i ragazzi di Mariani protestano dicendo che la palla non aveva varcato la linea. L’allenatore della Salernitana incoraggia i suoi a provarci perché c’è ancora tempo e in effetti la Salernitana va vicina al gol con un paio di conclusioni di Bartolotta e una di Baldassi, ma non c’è niente da fare, il Padova può festeggiare la vittoria al termine dei sei minuti di recupero concessi dall’arbitro.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement

Leggi anche

Advertisement

Altre news in Giovanili

Segnala questo articolo via Email