Connect with us

News

Ventura sorride… a metà. Giannetti ok per il derby, Kiyine in forse: la situazione infortunati in casa granata

Gian Piero Ventura sorride… a metà. Meno sette giorni al derby. Il tecnico ligure inizia a recuperare pezzi in vista della prova del nove con il Benevento, presentata da tutti gli addetti ai lavori quale una delle corazzate del torneo cadetto. Per la “guerra” – ovviamente sportiva – come evidenziato dall’edizione odierna de Il Mattino l’ex CT dell’Italia riabbraccerà Niccolò Giannetti. L’attaccante ha recuperato dal risentimento muscolare all’adduttore destro che l’ha costretto a saltare la sfida con il Cosenza. In forte dubbio Sofiane Kiyine mentre non vi sono speranze di vedere arruolabili due dei tanti ex dell’incontro come Jean-Claude Billong e Cristiano Lombardi.

Andiamo con ordine. Domani alla ripresa degli allenamenti Ventura potrà lavorare con la rosa al completo ad eccezione dei nazionali Lamin Jallow e Patryk Dziczek che si aggregheranno al gruppo da mercoledì in poi (Antreas Karo in serata sfiderà l’ex Varrella a San Marino, ndr) e degli infortunati Valerio Mantovani (ormai lungodegente), Jean Daniel Akpa Akpro, Billong e Lombardi. Il centrocampista ivoriano ne avrà per circa un mese (come scritto a parte) mentre il difensore francese riprenderà a correre dopo aver affrontato i postumi di una distorsione alla caviglia con interessamento ai legamenti. Per l’esterno di centrocampo, arrivato in prestito alla Lazio in estate, invece, massima cautela. Anche lui soffre di una lesione muscolare e, dunque, verrà gestito in maniera oculata: potrebbe rientrare per la vigilia della trasferta di Trapani oppure ritornare disponibile nelle turnazioni del tour de force di fine settembre. Si vedrà. Su Kiyine tutto dipenderà dalla visita di controllo che effettuerà al piede infortunato: qualora l’ortopedico dovesse dare l’okay, il duttile calciatore marocchino potrebbe essere quantomeno convocato per la sfida con i giallorossi.

Ventura spera e nel frattempo si gode il recupero di Giannetti: l’attaccante ha dimostrato di avere un feeling particolare con l’Arechi con tre goal in due presenze ufficiali al Principe degli Stadi (doppietta al Catanzaro in Coppa e sigillo d’autore al Pescara). Un detto popolare afferma che “non c’è due senza tre”…

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News