Connect with us

Giovanili

Under 15, i granatini non segnano e il Benevento passa 2-0 al Volpe. Longo: “Oggi vedo il bicchiere mezzo pieno”

Campionato Under 15 Serie A e B, Girone C – 25ª Giornata

Salernitana – Benevento 0-2

TABELLINO

SALERNITANA: Abate, Di Maio, Vellella (1’ st Lamberti), Garofalo, Arcella, Guerra, Luongo (31’ st Volpe), Sabatino (24’ st Campanile), Marino (31’ st Iannone), Riccio. A disp. Blanco, Musilli, Grattacase, Cavaiola, Carpentieri. All. Longo.

BENEVENTO: Tartaro, Galletti, Sena, Pavia, Prisco, Robustelli, Izzo (14’ st Iuliano), Parisi (29’ st Pavia L.), Odobo (18’ st Muraca), Marsiglia (29’ st Casola), Maise. A disp. Rossi, Tartaglione, Bummacaro, De Vincenzo, Tarcinale. All. Fusaro.

Arbitro: Sig. Maresca di Napoli.

Marcatori: Robustelli (B) al 15’ pt, Marsiglia (B) al 33’ pt. Ammoniti: Riccio (S), Sabatino (S), Cuomo (S), Parisi (B), Lamberti (S). Espulsi: Tartaro (B) chiara azione da gol interrotta. Angoli: 1-3. Recupero: 2’ pt – 5’ st.

 

 

Il gol è una maledizione per l’Under 15 della Salernitana, che con il 2-0 subito al Volpe nel derby col Benevento ha chiuso la decima gara consecutiva senza violare la rete avversaria.

Al 15’ il Benevento passa in vantaggio con Robustelli che stacca imperiosamente sul primo angolo della gara. Le due squadre però hanno la stessa filosofia di gioco: costruire dal basso senza alzare troppo il ritmo. I granatini lo fanno con qualche imperfezione, infatti al 33’ l’errore in disimpegno di Vellella, porta Marsiglia ad avere tanto spazio per ricevere e battere con calma Abate.

Nel secondo tempo i padroni di casa sono più intraprendenti, soprattutto dopo il 16’, con l’espulsione di Tartaro, colpevole di aver parato con le mani fuori area il tiro di Cuomo che lo aveva anticipato sul bel lancio di Lamberti. Sulla punizione battuta con scaltrezza di punta dallo stesso Cuomo, Muraca appena entrato si dimostra subito pronto.

Il gol per la Salernitana non arriva nemmento nel recupero, quando Cuomo riesce ad anticipare di nuovo il portiere, ma poi è costretto a un’acrobazia difficile e non centra la porta sguarnita. Successivamente Guerra indirizza male di testa dopo essere stato lasciato solo su calcio d’angolo. La partita allora finisce 2-0 per il Benevento.

 

Longo commenta con ottimismo la gara, nonostante la sconfitta: “Secondo me abbiamo fatto una grande partita, anche se il risultato non ci da ragione. Non era semplice perché c’era molta differenza tra le due squadre, almeno in classifica, ma in campo non si è visto. L’errore in fase di costruzione dal basso c’è stato, ma preferisco che i ragazzi subiscano gol così in modo che migliorino da punto di vista tecnico e tattico. È giusto provare, magari sbagliamo ma magari impareremo anche a limitare gli errori. L’atteggiamento oggi mi è piaciuto, non voler buttar mai via la palla è un tratto che deve contraddistinguere la nostra idea di gioco”.

Il vero punto debole della squadra rimane il gol: “È vero, ma in questo momento guardo il bicchiere mezzo pieno, ovvero la quantità di occasioni che creiamo. Prima o poi arriverà anche un po’ di fortuna o di precisione in più nel concretizzare quello che produciamo. Anche in questo caso però preferisco lavorare tanto per costruire tante palle gol, che segnare rinunciando alla nostra idea di gioco. Perciò oggi c’è da fare i complimenti ai ragazzi, che devono essere orgogliosi per aver giocato alla pari col Benevento, dimostrandosi un gruppo unito e uscendo a testa alta dalla partita. Ora speriamo di fare bene anche nell’ultima partita a Napoli, al di là del risultato. Alcune volte ci è mancato un pizzico di fortuna per far svoltare la stagione, invece nei momenti cruciali gli episodi sono andati contro di noi. Ad esempio a Frosinone abbiamo perso 2-1 al termine di una gran partita, col Napoli abbiamo pareggiato 1-1 subendo gol su una disattenzione del portiere. Un risultato diverso in queste partite avrebbero potuto darci forza e autostima, invece abbiamo fatto un campionato mediocre nonostante la squadra abbia dei buoni valori secondo me. Anche perché la squadra si è espressa bene molte volte, compresa quella di oggi, giocando con l’atteggiamento giusto per un campionato nazionale, a differenza dell’ultima gara giocata a Foggia”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in Giovanili