Connect with us

News

Un 19 marzo diverso per i papà granata: più tempo per i figli (che li “aiutano” ad allenarsi)

È un 19 marzo particolare per tutti i papà d’Italia. Oggi, in piena emergenza Coronavirus, i festeggiamenti si limiteranno in casa anche per i calciatori granata che hanno figli. Una situazione difficile quella dettata dall’emergenza sanitaria, ma che sta permettendo ai papà granata di passare più tempo con i propri bambini. Un ragionamento che vale quasi per tutti, tifosi compresi. In questi giorni i calciatori granata stanno documentando sui social i momenti trascorsi in famiglia con compagne e bambini i quali aiutano i vari Cerci, Jallow, Akpa Akpro, Heurtaux, Aya, Jaroszynski, Lopez e gli altri ad allenarsi tra le mura domestiche. Momenti di svago per cercare di trascorrere con un pizzico di serenità un periodo di grande tensione, ma soprattutto una festa passata (forse per la prima volta) mano nella mano con i propri bimbi.

Una festa speciale, con qualche attimo di commozione. È il caso dell’attaccante Alessio Cerci che su Instagram pubblica un video con la bellissima poesia recitata dal “suo” Leo, il primogenito, diventata oramai quasi una “stellina” social insieme a papà Alessio e mamma Federica. Seduto sulle gambe dell’ex toro e ripreso dalla sempre attenta mamma, il baby Cerci incanta tutto il vicinato con le sue parole urlate dal terrazzo di casa e poi un dono consegnato tra le mani del giocatore. Ma papà non resiste e il tutto sfocia in un forte abbraccio con suo figlio pronto a ricambiare con il suo amore incondizionato. Stessa “sorte” per Heurtaux. Il piccolo Kyle, guidato anche da mamma Sara, lascia le sue impronte – rigorosamente dei piedini – su un foglio: “Seguirò sempre i tuoi passi”. È il regalo speciale che il difensore ha ricevuto per la sua festa e che ha scacciato per un attimo le notizie e i tragici dati dell’emergenza Coronavirus. Milan Djuric invece ha scelto di fare gli auguri al suo di papà, pubblicando – sempre su Instagram – una foto che ritrae l’attaccante (giovanissimo) con la coppia di genitori. Un compleanno è una festa probabilmente lontano dal papà invece quella della figlia di Lamin Jallow, “costretto” a vedere la sua bambina in foto, pubblicata poi sui social tra palloncini e giochi (probabilmente la famiglia è rimasta in Gambia). Una dolce quarantena – dunque – per le famiglie granata, con uno sguardo al futuro visto con gli occhi dei piccoli tifosi dei loro “eroi-papà”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News