Connect with us

Calciomercato

Scadenze controverse per contratti e trasferimenti, ecco le linee guida Fifa

Sono solo emendamenti temporanei al regolamento e, in ogni caso, raccomandazioni o suggerimenti. La Fifa ha pubblicato un documento di ventitré pagine con le linee guida per le scottanti tematiche dei contratti in scadenza al 30 giugno, ma anche della finestra di mercato, tutto sballottato dagli inevitabili slittamenti delle stagioni calcistiche. Tanta elasticità e l’invito al buon senso nelle novità introdotte dal massimo organismo calcistico internazionale, con la consapevolezza però che l’ultima parola spetta sempre agli organi che sovrintendono i contratti lavorativi dei singoli. Gli accordi dei club con giocatori e allenatori sono regolamentati da leggi nazionali, sulle quali la Fifa non può sindacare.
Il suggerimento dell’organo mondiale del calcio è che vengano prorogati i contratti in scadenza, dando priorità all’attuale club per terminare il torneo in corso per salvaguardare l’integrità dei campionati, anche se il calciatore ha già un accordo con una nuova squadra; stesso discorso anche per i prestiti. Chiaramente a livello di tesseramento, chi è in scadenza al 30 giugno non può giocare con l’eventuale nuovo club dall’1 luglio ma deve aspettare la stagione 2020/21, ovvero il 1 settembre. Aumenti o diminuzioni di ingaggio dovranno partire dall’effettivo inizio della prossima stagione sportiva. Cosa succede se un calciatore si rifiuta di prolungare per altri due mesi il suo contratto in scadenza al 30 giugno? La società lo perde e non può rimpiazzarlo, dunque dovrà continuare il campionato con una rosa ridotta e senza possibilità di ricorrere all’ingaggio di nuovi elementi, neppure se svincolati. Il giocatore in questione, invece, può approdare in altre società (se ha già firmato in precedenza un contratto) ma non può giocare con la nuova squadra prima dell’inizio del torneo 2020/21.
La novità è che dall’anno prossimo un calciatore potrà essere tesserato, nel corso di una stagione, con tre club diversi, giocando match ufficiali per una squadra in più rispetto alle due attuali, sempre nel limite dei tre tesseramenti. Per partecipare ad un terzo torneo il calciatore dovrà aver prima rispettato gli obblighi contrattuali verso i club precedenti, ovviamente. Ogni Lega può richiedere anche cambiamenti delle date del calciomercato in virtù dell’emergenza Covid. E proprio qualora un contratto risulti interrotto a  causa di questo eccezionale motivo, potrebbero esserci eccezioni di tesseramento all’interno di periodi in cui il mercato non è aperto. La Fifa consentirà di tesserare nuovi calciatori anche nelle ultime quattro settimane della stagione corrente, ovvero ad agosto, ma i giocatori in questione potranno prendere parte a match ufficiali con la loro nuova squadra solamente dall’1 settembre.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Calciomercato