Connect with us

News

Salernitana, ora non puoi più sbagliare: a Lignano punti pesanti in palio, granata col 4-4-2

PORDENONE – SALERNITANA  – Stadio “Guido Teghil” di Lignano Sabbiadoro (Ore 14)

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Camporese, Barison, Falasco; Misuraca, Calò, Scavone; Zammarini; Ciurria, Musiolik. A disp. Bindi, Stefani, Vogliacco, Magnino, Pasa, Bassoli, Biondi, Finotto, Mallamo, Butic, Chrzanowski, Rossetti. All. Domizzi

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber, Durmisi; Kupisz, Coulibaly, Capezzi, Kiyine; Gondo, Djuric. A disp. Adamonis, Jaroszynski, Mantovani, Sy, Schiavone, Tutino, Cicerelli, Aya, Di Tacchio, Boultam, Anderson, Kristoffersen. All. Castori (in panchina Bocchini)

Arbitro: Marini di Roma 1 (assistenti: Di Vuolo e Rossi; quarto uomo: Ayroldi)

Diretta: Dazn.com


Un altro incontro decisivo per la Salernitana che al “Guido Teghil” di Lignano Sabbiadoro si gioca una fetta importantissima di promozione diretta. Il risultato che maturerà questo pomeriggio contro il Pordenone potrebbe rivelarsi pesantissimo in chiave secondo posto, soprattutto in virtù della contemporanea sfida tra Lecce Monza, rispettivamente seconda e quarta con un punto e due punti di distanza dai granata. Ecco perché fare risultato sul campo dei neroverdi è quanto mai importante anche se la formazione friulana venderà cara la pelle, soprattutto dopo la sconfitta di sabato contro la Reggiana.

In panchina ci sarà ancora Riccardo Bocchini, vice di Castori che lotta col Covid e ha preparato una Salernitana di qualità ed equilibrio per la sfida di Lignano Sabbiadoro. L’ippocampo dovrebbe tornare a schierarsi col 4-4-2 pur con Coulibaly che dovrebbe rientrare nell’undici di partenza. L’ex Trapani dovrebbe far coppia con Capezzi nel centrocampo completato da Kupisz e Kiyine sulle corsie laterali. Qualche metro più indietro agiranno Casasola e Durmisi, con Bogdan e Gyomber a proteggere l’area piccola di Belec. L’attacco sembra scontato: sabato scorso Gondo ha segnato il terzo gol in meno di due partite e viaggia verso la riconferma. Al suo fianco questa volta dovrebbe esserci Djuric e non Tutino.

I padroni di casa, allenati da Maurizio Domizzi (il quale due anni fa si giocava la salvezza ai rigori contro i granata) dovrebbero schierarsi col 4-3-1-2: in attacco Ciurria e Musiolik con Zammarini alle spalle. A centrocampo quasi scontata la presenza di Calò, la scorsa estate nel mirino dei granata in sede di mercato.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News