Connect with us

News

Salernitana, notte da incubo: l’Empoli passeggia all’Arechi, Ventura incassa il poker e spreca il match point

TABELLINO SALERNITANA-EMPOLI 2-4

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Karo, Migliorini, Aya; Cicerelli (34’ st Giannetti), Akpa Akpro, Di Tacchio, Lopez; Maistro (22’ st Kiyine); Gondo (34’ st Jallow), Djuric. A disp. Vannucchi, Capezzi, Jallow, Galeotafiore, Jaroszynski, Dziczek, Heurtaux. All. Ventura

EMPOLI (4-3-3): Brignoli; Gazzola (27’ st Sierralta), Romagnoli, Maietta, Pinna (18’ st Balkovec); Frattesi, Stulac (18’ st Bandinelli), Ricci; Ciciretti (42’ st Tutino), Mancuso (42’ st La Mantia), Bajrami. A disp: Branduani, Perucchini, Nikolaou, Moreo, Fantacci, La Manti, Sidibe, Viti, Tutino. All. Marino

Arbitro: Davide Ghersini di Genova (Mastrodonato/Marchi). IV uomo: Lorenzo Illuzzi di Molfetta

NOTE. Marcatori: 24’ pt Gondo (S), 28’ e 40’ pt Bajrami, 43’ pt Ciciretti (E), 14’ st Djuric (S), 40’ st Mancuso (E); Ammoniti: Kiyine (S), Pinna, Maietta (E); Espulso Lopez al 48’ st per condotta violenta. Angoli: 5-5; Recupero: 2’ pt – 6’ st. Gara disputata a porte chiuse.

Tracollo inaspettato quanto disastroso. La Salernitana aveva il match point per i playoff, va all in ma l’Empoli cala il poker mandando Ventura nella disperazione.  All’Arechi la partita si apre anche bene con il gol di Gondo, ma Micai fa regali e l’Empoli passeggia. Djuric su rigore riporta la Salernitana sotto facendo 2-3, ma nel finale un nuovo errore del portiere del cavalluccio fissa il risultato sul 4-2. La buona notizia è la sconfitta del Pisa che garantisce comunque l’ottavo posto. A due gare dalla fine ora serve una nuova impresa, questi playoff sembrano maledetti.

LA CRONACA. Ventura parte con la difesa a tre che però dura poco. L’undici in campo è malleabile e la Salernitana cambia a seconda della situazione. L’uomo chiave è Maistro che parte trequartista ma gioca a tutto campo. L’ex Rieti appare rivitalizzato dopo il gol a Crotone e gioca con tanta semplicità ma anche tanta furbizia.  Sulle fasce Lopez e Cicerelli sono le scelte obbligate, anche se sono entrambi in giornata no e si sente. Chi invece non manca mai è Akpa che al 24’ illumina una serata fino a quel momento ancora spenta. Il balletto su Ricci è di alta scuola, l’assist a Gondo intelligente. Poi l’altro ivoriano salta Brignoli facendo 1-0 e stappando la partita.

La Salernitana festeggia, ma poi va in blackout nel giro di un quarto d’ora i granata ne prendono tre. L’Empoli si mette in campo con il 4-3-3, Marino sa che anche senza tantissime idee le individualità dei suoi singoli possono risolvere la partita. E così accade. Il pareggio arriva 4 minuti dopo il gol di Gondo, Bajrami ringrazia Cicerelli e con il destro a giro fa 1-1. La doppietta personale arriva al 40’ ma il merito va condiviso con Micai: il destro dalla distanza è debole, ma il portiere della Salernitana se la butta in porta da solo. Imparabile invece la punizione di Ciciretti che chiude il primo tempo, gentilmente concessa da Walter Lopez. Il grande rammarico della Salernitana arriva al 30’, quando il risultato era sull’1-1: sponda di Djuric, Gondo si trova a tu per tu con Brignoli ma cicca clamorosamente.

L’ivoriano ha comunque il merito di procurarsi il rigore che Djuric trasforma nel gol della speranza. La Salernitana torna in campo con la volontà di mettere alle strette l’Empoli, ma mancano energie e lucidità. E allora i toscani vanno a nozze, si difendono con ordine e vanno a chiudere con Mancuso ringraziando ancora una volta Micai che nel giorno del suo compleanno fa regali a tutti. E adesso la Salernitana deve di nuovo ributtarsi nella mischia.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News