Connect with us

News

Salernitana-Cosenza, numeri del match: lupi distratti in area, granata senza hurrà interno da 3 turni

La Salernitana per interrompere la serie di 3 pareggi consecutivi all’Arechi, il Cosenza per evitare per la prima volta in questo torneo una terza sconfitta di fila. Sono solamente alcuni dei numeri di questa sfida che è una classica del torneo di Serie B, con ben 23 precedenti complessivi e bilancio a favore dei granata con 9 vittorie contro 6 e 26 reti realizzate contro 19 dei silani. Che avranno vita dura nel rimpinguare il bottino, dal momento che la Salernitana è reduce da 4 “clean sheet” consecutivi e sono ad una sola partita dall’eguagliare il record di 5 sfide senza incassare reti che è detenuto in B da Bollini. Occhi puntati quindi su Vid Belec che raggiunge la presenza numero 100 in Serie B; nelle 99 fin qui disputate ben 23 si sono chiuse senza reti al passivo. I numeri dicono che la “bestia nera” è Marcello Trotta, che ha trovato 4 reti in 4 partite contro la Salernitana.

I granata sono primi in B per rendimento interno con 26 punti in 13 partite, nonostante il recente rallentamento con i pareggi con Spal, L.R. Vicenza e Chievo. Il Cosenza in versione trasferta non impressiona, 15 punti in 13 gare con un virtuale 14° posto. Nonostante il dato dei gol realizzati dica 31 per i granata e 22 per i silani, il Cosenza ha mandato in rete un calciatore in più (11 contro 10), con Gliozzi miglior marcatore a quota 5, tante quante ne ha il secondo miglior marcatore della Salernitana (Djuric), mentre a recitare la parte del leone è l’ex Tutino, con 10 gol (già letale nel match di andata) di cui 9 col piede destro. Al pari della Salernitana, il Cosenza subisce tanti gol dall’interno dell’area di rigore: 19 su 28 a cui aggiungere 5 penalties. Per Castori sono invece 22 su 25 (e due rigori). Attenzione ai minuti finali: Salernitana e Cosenza segnano e incassano tanto nell’ultimo quarto d’ora. Per i granata 6 reti realizzate e 8 subite negli scampoli finali, 5 all’attivo e 7 al passivo invece per i calabresi.

Occhiuzzi riesce a manovrare il gioco con discreta precisione: il Cosenza ha il 77% dei passaggi riusciti contro il 66 dei granata, ma la Salernitana vince il 54% dei duelli contro il 51% dei calabresi. Il Cosenza concede tanto, ben 445 i tiri subiti in questo torneo, il dato peggiore del torneo, mentre è al secondo posto della classifica cartellini rossi, con 7 espulsioni (peggio ha fatto solo l’Ascoli).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News