Connect with us

News

Sabatini e l’amico Sinisa: “Combatteremo insieme e vincerà anche questa”

La notizia della nuova lotta di Sinisa Mihajlovic ha toccato profondamente Walter Sabatini. L’allenatore e il ds sono legati da forte amicizia dai tempi dell’esperienza bolognese; Sabatini era dirigente quando il tecnico seppe per la prima volta della malattia. Nella sfida all’Arechi di un mese fa tra granata e rossoblu i due si intrattennero nel pre partita a chiacchierare e furono protagonisti di un simpatico siparietto nel post. Da giorni Sabatini sapeva del nuovo ciclo di terapie a cui l’amico Sinisa dovrà sottoporsi: “Sono distrutto. E da molti giorni visto che lo so da un po’ di tempo di questa nuova fase. Sono distrutto ma quando ci siamo parlati abbiamo cominciato assieme a combattere, io con lui, assieme, come una volta – dichiara il ds sulla Gazzetta dello SportE io lo farò continuamente da oggi fino a quando servirà. Non mollo io come non molla lui, figuriamoci. Gli ho detto di rimettersi l’elmetto. E che vincerà ancora una volta lui. Lui che non è spaventato; è quasi più seccato. Anzi, incazzato. E come al solito reagirà a tutto. Lo farà anche questa volta. Spero che la squadra lo aiuti, in ogni senso. Ma so che lo farà, conosco tutti i ragazzi che sono in quell’ambiente e non ci sarà un minimo dubbio sul fatto che uniti lotteranno, chi da una parte e chi dall’altra, più di prima.

Sabatini non ha dubbi che l’ambiente Bologna e tutto il mondo del calcio faranno gruppo attorno a Mihajlovic: Succederà anche questa volta. Ne sono certo. Io non sono spaventato ma incazzato come lui. Sono un… caravanserraglio di emozioni forti, non le so descrivere e faccio anche fatica a parlare ora. Ma Sinisa ce la farà, con tutto il suo spirito e tutto il suo fisico ne uscirà anche questa volta. Perché è uomo di lotta e di campo. I ragazzi che ci sono molto legati a lui. Molto. Avranno il dono di dare e fare qualcosa in più, di sistemare le cose in classifica e di farlo felice mentre lui sarà ancora dentro quella stanza d’ospedale. Questa è una bastonata fortissima. E brutta. come lo fu quella di allora. A Sinisa, quando ci siamo parlati, gli ho detto appunto di rimettersi subito l’elmetto perché vincerà anche questa sfida. Lo so. E la squadra gli sarà vicino, perché ha totale fiducia in lui così come lui ce l’ha nella squadra che ha qualità caratteriali e umane da far invidia a molte. Sabatini non ha dubbi sullo spirito battagliero di Mihajlovic: So che affronterà questa nuova battaglia con più serenità sì: perché la conosce, perché è forte, perché è semplicemente Mihajlovic“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News