Connect with us

News

Sabatini soddisfatto: “Sfiorata impresa storica. Ho debito verso Salerno, spero di saldare a giugno”

Se Ante Rebic non ci avesse messo lo zampino, annullando il vantaggio firmato da un altro Milan, Djuric, la Salernitana avrebbe potuto conquistare tre punti prestigiosi e preziosi. Ma anche il pareggio, a suo modo, può dare il via a qualcosa di diverso.

Ieri sera il diesse granata Walter Sabatini è intervenuto ai microfoni di LiraTv, commentando l’ottima prestazione dei suoi: “Siamo stati squadra e abbiamo fatto una partita volitiva. L’azione del secondo gol è stata strepitosa, avevamo creato i presupposti per un’impresa storica. Poi abbiamo subito il 2-2, ma io sono comunque contento. Abbiamo attaccato il Milan ad armi pari, fatto salvo che loro hanno dei campioni, noi invece abbiamo ottimi giocatori. Ce la siamo giocata con loro, abbiamo vinto molti duelli individuali e abbiamo fatto la partita con qualità. La Salernitana è riuscita a sviluppare trame di gioco, siamo andati uomo contro uomo senza timore sia in fase difensiva che offensiva. Bonazzoli e Djuric hanno fatto una partita straordinaria, sono stati i nostri primi difensori. Sono soddisfatto della partita di tutti, in gare come questa se non si gioca così si prendono tre, quattro gol. Chi fa il nostro lavoro vuole regalare gioia transitoria ai tifosi e ieri erano gioiosi sugli spalti. Il calcio è uno spettacolo godibile, niente di più, ma questo può produrre la gioia di grandi e piccini e ieri a Salerno ce n’era tanta. Questa cosa mi gratifica. Non abbiamo troppo tempo per dormire sugli allori”.

Sulla prima del neo-allenatore granata: L’impatto di Davide Nicola è stato straordinario, lui ha portato uno staff di alto livello, coeso e che comunica bene con la squadra. Nel post gara ci siamo scambiati delle parole sulla base di quello che avevamo visto e ci siamo aggiornati a oggi (ieri, ndR) perché anche lui voleva rivedere l’intera gara per poter avere un’idea più chiara. Era molto soddisfatto, perché si era reso conto che la squadra avesse dato una risposta alle sue sollecitazioni. Poi credo sia rimasto colpito dal pubblico, trovarlo non è facile in ogni latitudine. Hanno una passione così leale e corretta, sono felice di questo e certamente lo è anche l’allenatore“.

Sabatini non ha perso occasione per elogiare alcuni innesti di gennaio, ma si dice rammaricato per i troppi infortuni: “Mazzocchi è un giocatore straordinario, non riesco ancora a capire come la Serie A se lo sia inghiottito in un anonimato. Per le qualità che esprime e la sua generosità può ambire a qualsiasi piazza. A Salerno ci sono realtà sbalorditive. Sono rammaricato per gli infortuni, adesso (ieri, ndR) sono a Roma, ma domani (oggi, ndR) tornerò a Salerno per vedere i riscontri ecografici di Radovanovic, Ribery e Perotti. Questo mi rammarica, perché non voglio perdere giocatori in ogni partita”.

La piazza, dopo il rilancio avvenuto con Iervolino, si fa sentire ed è sempre più vicina alla nuova proprietà: “Da quando sono arrivato percepisco l’amore della gente e mi procura motivazioni straordinarie, nonché anche un debito nei confronti dei tifosi. Spero di saldarlo in fretta, magari già a giugno. Ho manifestazioni di stima incondizionata e so di doverle restituire, spero di farlo almeno in brevissimo tempo”.

Sabato sera anche Roberto Mancini, c.t. della Nazionale, ha presenziato alla gara dell’Arechi: “Era molto preso dalla partita, ci siamo scambiati qualche battuta su Bonazzoli, che lui aveva lanciato a 16 anni all’Inter. Con questo non sto dicendo che lo chiamerà in Nazionale, il c.t. è già oberato di consigli”.

Sul ricorso esperito e vinto dai legali della Salernitana, che ha ora diritto di rigiocare le due partite annullate per covid: “Bisogna fare un plauso a Sica e Fimmanò, i nostri legali. Ho detto loro che sono un’arma impropria, perché vincono qualsiasi controversia. A loro aggiungo l’avvocato Chiacchio, insieme hanno portato a casa un risultato di speranza per tutta la città. Con due partite in più da giocare cambia tantissimo la situazione della Salernitana. Sono due scontri diretti con due squadre (Udinese e Venezia, ndR) impegnate come noi nella corsa salvezza”. 

Sui lungodegenti ancora fermi ai box: “Mamadou Coulibaly e Ruggeri stanno lavorando con il preparatore atletico specifico che si occupa del recupero dei giocatori infortunati. Stanno procedendo bene e credo che in settimana inizieranno ad aumentare i carichi di lavoro”.

Un passaggio, poi, su Stefano Colantuono, a cui è appena subentrato Nicola: “Ci tengo a salutare e ringraziare mister Colantuono, che ha lasciato la squadra in forma fisica e preparata, altrimenti non avrebbe disputato quella partita contro il Milan. Nelle ultime due partite ha ottenuto due pareggi, che sono sempre importanti per una squadra che lotta per la salvezza. La Salernitana deve essere grata anche a Colantuono per il lavoro che ha fatto, ma ora abbiamo deciso di voltare pagina con mister Nicola. Speriamo che avrà più fortuna”.

Infine, una battuta sulla condizione dei giocatori brasiliani appena atterrati a Salerno, ovvero Ederson e Mikael“Ieri il centrocampista ha fatto più di 11.000 metri di cui più di mille a velocità superiore ai 25 km/h, in più dei recuperi prodigiosi su alcuni giocatori del Milan. Non sono quindi preoccupato per la sua forma fisica, ma per i ritmi di gioco che Nicola gli inculcherà fin da subito. Mikael invece era in sovrappeso ma si sta impegnando e ha recuperato 3 kg. Abbiamo preso un ragazzo, Sergio, traduttore dal portoghese. Mikael e Ederson stanno migliorando anche dal punto di vista della socializzazione interna e nella comprensione dei concetti tattici inculcati dall’allenatore. Ora sono più sorridenti e sicuri di loro. Saranno protagonisti della Salernitana nei prossimi mesi”.

Il prossimo avversario della Salernitana sarà proprio il Bologna, che incontrerà proprio Walter Sabatini: “Ho troppi sentimenti ancora vivi per i giocatori e il tecnico del Bologna e sarebbe una prova invalicabile per me dal punto di vista emotivo. Non vorrei venire allo stadio sabato. E l’amore per la mia attuale squadra, la Salernitana, sento che lo sta quasi superando. Ma i granata non hanno nessun risultato se non la vittoria”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News