Connect with us

News

Qui Cosenza, Braglia e capitan Corsi: “Sciaudone assenza pesante, è un riferimento per noi. In casa tutti ci devono temere”

Punticino d’oro per il Cosenza che ha pareggiato, a reti inviolate, il derby calabrese contro il Crotone. La squadra di mister Piero Braglia è rimasta in inferiorità numerica, con l’espulsione comminata a Daniele Sciaudone. Il tecnico rossoblu ne ha evidenziato l’assenza nella conferenza post-gara: “Al suo posto sono entrati dei ragazzi che facevano fatica a trovare la posizione. Infatti abbiamo corso dei rischi negli ultimi dieci minuti di gara. Sciaudone è un rompiballe, ma per noi è un riferimento, un giocatore importante: non si nasconde mai e si fa vedere quando serve. Se deve inserirsi ci va, quando vuole il pallone tra i piedi lo ottiene”.

Sul derby, questo il pensiero di Braglia: “Il Cosenza ha fatto la partita che doveva fare. Abbiamo rispolverato la difesa a 3, ci siamo rimessi a giocare come sapevamo fare dando più sicurezza alla squadra. Abbiamo fatto il possibile in un momento in cui Carretta è al 50% e ci sono altri ragazzi indisponibili. Bisogna fare i complimenti ai giocatori. In B conta l’atteggiamento generale della squadra, i nomi non pagano. Il campo dice che abbiamo pareggiato, dunque è un punto guadagnato. Volevamo tenere i due attaccanti laterali stretti, poi Gianluca (Litteri) l’ho dovuto aprire a sinistra ed inserire Pierini che ha fatto parte del suo lavoro a Sassuolo e altrove. Ad un certo punto della gara non riuscivamo a ripartire e a tenere palla, abbiamo sofferto ma al netto delle nostre disponibilità si può dire che abbiamo fatto un miracolo ad ottenere un punto qui contro una squadra più in forma. Secondo me siamo stati molto bravi a centrocampo, facendo una gara di sacrificio, soffrendo solo quando è uscito Sciaudone, facendo il massimo che potevamo fare”.

Sulla differenza tra le difficoltà avute nel precampionato e il buon esordio contro il Crotone: “Penso che questa sia una squadra che ha fatto il ritiro con gli stessi uomini, con la gente che era sempre stanca. E abbiamo affrontato squadre completamente all’opposto di questa filosofia. Dunque abbiamo lavorato e giocato partite sempre con i soliti, alla fine poi le persone si stancano. Abbiamo pagato questo in precampionato. Rispetto alla sfida con il Monopoli abbiamo cambiato totalmente assetto, certi giocatori non devono nemmeno allenarsi perché si muovono così da due anni. L’atteggiamento è giusto. Ora dobbiamo migliorare condizione e rosa”.

Squadra che ha il carattere del mister. Sul primo tempo in cui potevano fare qualcosa in più i tre attaccanti: “Bisogna tener presente che fa caldo, dopo uno scatto facevamo fatica a recuperare. Litteri è stato fermo due volte in ritiro per sette-otto giorni a botta. Carretta ha fatto un autentico miracolo giocando un’ora e un quarto dopo essersi operato da poco. Pierini è un giocatore forte, ma deve calarsi nella nostra mentalità che vuol dire lottare, avere atteggiamento giusto. Se farà questo diventerà sicuramente un giocatore forte, ma deve dimostrare di essere all’altezza anche perché arriverà altra gente. Noi sappiamo che dobbiamo soffrire, lo abbiamo nel DNA. Questa non è una squadra che si può assicurare un giocatore che percepisce 600mila euro netti, è una squadra umile formata da una società seria che rispetta le scadenze e si muove con i suoi tempi”.

Dunque sul calciomercato: “Noi dobbiamo completare la rosa, lo ha già detto il presidente Guarascio. Aspettiamo fiduciosi che questo avvenga. La risposta dei ragazzi è stata importante. Il Crotone è una squadra forte, ha fatto due partite di livello (mentre noi con una squadra di C e non abbiamo visto la sfera), è più avanti come preparazione e disponibilità della rosa. Siamo stati bravi a non farli giocare come loro volevano”.


Angelo Corsi, capitano del Cosenza, è ritornato in campo dopo sei mesi di stop forzato a causa della rottura del legamento crociato rimediato contro la Cremonese lo scorso 17 febbraio. Braglia lo ha immediatamente gettato nella mischia, sorprendendo, difatti, lo stesso calciatore: “Ero incredulo quando il mister mi ha detto di giocare dall’inizio, evidentemente lui mi conosce meglio di chiunque altro, anche di me stesso. Ringrazio lui e lo staff per l’opportunità. Potevamo fare qualcosa in più, non ci dobbiamo mai accontentare. C’è da dire che la squadra era formata da tanti nuovi giocatori ed è per questo che faccio i complimenti a tutti i ragazzi, soprattutto a chi è in panchina perché i risultati si ottengono in venti e non in undici”.

Sulle assenze in organico Corsi glissa e pubblicamente ringrazia i suoi compagni di squadra: “Sono fiero dei miei compagni di squadra, con loro posso andare anche in guerra. Abbiamo fatto un’ottima partita, se si gioca con cuore e testa non si hanno limiti. Abbiamo giocato contro una grande squadra come il Crotone. Sono molto organizzati in quanto hanno lo stesso allenatore dello scorso anno, hanno avuto la sfida con la Sampdoria che li ha testati e in più hanno giocato in casa. Per noi, quindi, era molto difficile, ma dobbiamo avere rispetto di tutti e paura di nessuno. Con umiltà riesci ad ottenere risultati impensabili”.

Sui tifosi, presenti in oltre duemila all’Ezio Scida: “Qualsiasi cosa dico nei confronti dei nostri tifosi sarebbe praticamente riduttivo. Non posso mai dimenticare la loro vicinanza nei momenti bui dello scorso anno, sono stati loro a spingerci alla salvezza. Come quando abbiamo segnato il 2-1 in casa con il Padova: è stato spettacolare. Magari in uno stadio vuoto quella gara sarebbe stata un noioso pareggio, sono l’emblema di una bellissima Provincia. Li ringrazio per il supporto: insieme possiamo rompere le scatole a tutti”.

Derby del Sud contro la Salernitana: “Sappiamo quanto questa partita valga per i nostri tifosi. Tutti si ricordano del goal di Marulla in quel di Pescara. Noi dobbiamo essere umili e dare il 100%, solo così possiamo ottenere il massimo. In casa le squadre devono avere paura di giocare contro di noi, devono trovare una squadra con il sangue alla bocca e uno stadio che esplode”.

*virgolettati estrapolati dalle video-interviste pubblicate dal sito NuovaCosenza.com

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News