Connect with us

Giovanili

Primavera, a Frosinone quinta sconfitta consecutiva. Rizzolo: “Sfortunati, ma non siamo credibili”

Campionato Primavera 2, Girone B – 9^ Giornata

Frosinone-Salernitana 2-1

TABELLINO

FROSINONE: Palmisani, Potenziani, Coccia, Santarpia, Maestrelli, Bracaglia, Maugeri, Bruno (36′ st Battisti), Jirillo, Vitalucci (40′ st Orlandi), Di Palma (1′ st Peres). A disp. Vilardi, Nigro, Pacetti, Schiavella, Mattarelli, Piacentini. All. Marsella.

SALERNITANA: Campisi, Guzzo (31′ st Bruschi), Gambardella, Russo, Di Micco, Giliberti, Arena (19′ st Perrone), Pezzo, Guida, Vignes (28′ st Dommarco), Iannone (19′ st Palmieri). A disp. Ciabattini, De Iorio, Idioma, Piervenanzi, Visconti, Capaccio, Cannavale, Panarese. All. Rizzolo.

Arbitro: Sig. Madonia di Palermo (Palla/Spina).

Marcatori: Bruno (F) al 33′ pt, Iannone (S) al 35′ pt, Vitalucci (F) al 27′ st. Angoli: 4-6. Recupero: 0′ pt – 3′ st.

La Salernitana Primavera incappa nella quinta sconfitta consecutiva, lo scontro in casa dei pari età del Frosinone finisce 2-1 e quindi i granatini rimangono fanalino di coda del campionato, staccati proprio dai baby ciociari che erano a pari punti prima della gara.

I padroni di casa passano in vantaggio al 33′ con Bruno, che riesce a spizzare di testa una palla apparentemente innocua che però nessuno nella retroguardia ospite legge correttamente. C’è subito la reazione della Salernitana al 35′, con il solito Iannone che realizza il gol del pareggio su calcio di rigore. Prima della fine del primo tempo i campani avrebbero addirittura potuto ribaltare il risultato con una bella ripartenza che però non riescono a finalizzare.
La ripresa inizia con dieci minuti intensi da parte del Frosinone, poi i baby granata prendono le misure e la partita diventa molto maschia, complice anche il campo molto pesante nonostante l’erba sintetica. Riescono a spuntarla i padroni di casa, approfittando una rimessa dal fondo battuta male da Campisi e intercettata con un colpo di testa il quale diventa un assist per Vitalucci che si ritrova solo davanti al portiere e lo batte. La Salernitana nel finale riesce a costruirsi un’occasione per pareggiare di nuovo, ma Guida non riesce a concretizzare. Il triplice fischio, arrivato dopo tre minuti di recupero, sancisce quindi la vittoria per 2-1 del Frosinone.

Per la Salernitana si tratta della terza sconfitta consecutiva che arriva praticamente nello stesso modo, errore, buona reazione, altro errore. Mister Rizzolo prova a trovarne le cause: “Tutti i nostri gol sono situazioni personali che ci hanno penalizzato molto – ha spiegato al termine della gara – Gol evitabilissimi con un po’ più di attenzione. Abbiamo fatto più gol rispetto all’anno scorso, ma a ogni sbavatura prendiamo gol e infatti ne abbiamo anche subiti di più. Abbiamo anche giocatori molto giovani, l’anno scorso avevamo dei giocatori pronti, che potevano mettere una pezza a eventuali errori dei compagni; quest’anno meno, ma ce li ritroveremo l’anno prossimo. Tutto sommato sono contento di come si sono comportati oggi, cmanca un pizzico di fortuna. Sono ragazzi quindi è normale vedere anche un po’ di rabbia per gli errori, che paghiamo amaramente, invece non ci capita mai qualcosa a favore. Purtroppo però non siamo credibili dopo cinque sconfitte“.

Cinque sconfitte consecutive, che significano ultimo posto in classifica: “Non riusciamo a uscire da questo vortice, oggi è stata una partita fatta bene, con errori individuali che ci penalizzano tanto. Abbiamo preso gol in maniera fortuita, commettendo un errore là dietro. Abbiamo recuperato subito e stavamo conducendo senza tanti rischi, poi una rimessa dal fondo calciata male ha portato al gol decisivo. Sono letture individuali che stiamo pagando troppo care. Per rimediare conosco solo una ricetta che è il lavoro. I discorsi sono sempre i soliti, ma è difficile intervenire su errori del genere, perché non sono situazioni da analizzare. Anche a livello mentale non è facile ma ci dobbiamo rialzare. Noi sapevamo che avremmo trovato problematiche, ma ne abbiamo trovate più di quel che pensavamo e siamo stati un po’ sopresi forse. La classifica lascia il tempo che trova – continua l’allenatore dei granatini – Anche perché abbiamo giocato quattro gare consecutive in trasferta e nelle ultime cinque abbiamo affrontato le prime tre della classe; inoltre a differenza delle altre squadre abbiamo ancora una gara da recuperare e se vincessimo supereremmo tre squadre. Piuttosto noi dobbiamo lavorare sulla prospettiva, anche se lavorare sulle sconfitte non è facile. Adesso stiamo pagando i dettagli esponenzialmente, ma sono abituato a non cercare alibi, come detto l’unica ricetta e tanto lavoro“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili