Connect with us

News

Pagellone Benevento-Salernitana: si salva solo Akpa. Jallow fumoso, Castiglia inconsistente

MICAI 6 incolpevole sull’incornata di Maggio, da registrare qualche rinvio di piede. Nel secondo tempo s’allunga bene sul destro incrociato di Ricci, ben posizionato anche su Coda. Improta lo uccella sul suo palo, ma aveva tutto lo specchio per calciare a rete. Nulla può sul tap-in di Insigne, vola sul missile di Letizia ed evita (per poco) l’umiliante poker.

 

PERTICONE 5 inizia con buon piglio ed aggressività negli anticipi. Dopo il gol del Benevento si fa travolgere dalla confusione generale e rischia grosso con un contatto ravvicinato in area di rigore su cui Pezzuto sorvola.

 

SCHIAVI 5 che sia una serata difficile lo intuisce fin da subito. Coda è cliente ostico, spesso i suoi movimenti lo mandano fuori tempo.

 

GIGLIOTTI 5 Ricci incute timore, ma l’ex Ascoli bada al sodo e tiene botta pur con interventi spesso stilisticamente non eccelsi. Nella ripresa si dissolve completamente e si lascia travolgere dagli scatenati punteri giallorossi.

 

ANDERSON 6 prova a distendere la falcata, ma ben presto deve occuparsi più che altro della fase difensiva. Chiude bene in diagonale ma rischia con un rinvio verso il centro del campo. Tutto sommato contiene discretamente bene Improta. Sfortunato, lascia il campo in barella dopo una brutta caduta. Dall’8’ st PUCINO 5,5 entra a freddo e si fa subito trovare ben appostato in area di rigore. Non esente da responsabilità sul terzo gol di Insigne.

 

AKPA AKPRO 6 è di gran lunga l’uomo più vivace della Salernitana. Costretto a spendere un giallo per fermare una ripartenza sannita. Canta e porta la croce, ma quando gli avversari viaggiano a mille all’ora si fa dura.

 

DI TACCHIO 5 serataccia, soffre la velocità dei dirimpettai che non danno punti di riferimento e sbucano da tutte le parti. Si fa superare in velocità da Viola, in ritardo anche sulla travolgente discesa di Coda e sulla fulminea ripartenza del raddoppio sannita.

 

CASTIGLIA 4,5 inconsistente, impalpabile. Non uno spunto degno di nota. Dal 16’ st DI GENNARO 6 entra e dà la scossa ai suoi. Pimpante e motivato, si smarca e gironzola per il campo senza dare punti di riferimento agli avversari. Nel momento in cui la squadra sembrava protesa in avanti alla ricerca del pari, il raddoppio giallorossa spezza definitivamente le gambe.

 

CASASOLA 5 dalla sue parti il Benevento affonda poco. Si perde Maggio nel corner che regala il vantaggio al Benevento. Nella ripresa trasloca presto a destra, prova qualche affondo ma senza grossa fortuna. In ritardo nel finale su Improta che timbra la traversa col mancino.

 

JALLOW 4,5 nervoso, egoista, all’ossessiva ricerca di giochi di prestigio fini a sé stessi. Rischia grosso sul finire di primo tempo per un intervento su Letizia. Battibecca ripetutamente con Volta, reclama un penalty per un veniale contatto con Volta. Ignora il taglio di Djuric e tira debole tra le braccia di Puggioni. Dal 33′ st VULETICH s.v. entra a tracollo già completato.

 

DJURIC 5 con Billong ingaggia un duello tutto muscoli e centimetri. Si dà un gran da fare, ma spesso sbaglia la scelta decisiva nel momento decisivo. Ancora inesistente l’intesa col compagno di reparto.

 

ALL. COLANTUONO 4,5 conferma quasi in blocco l’undici vittorioso col Padova, ma stavolta le scelte non convincono. La squadra è sfilacciata e poco incisiva, il risultato finale assume connotati anche esagerati e difficili da spiegare. Da censura le marcature sui calci da fermo. Sul primo corner calciato dal Benevento piazza due uomini sulla lunetta a contrastare la battuta corta di Viola e Ricci. Sul secondo ne resta solo uno che resta in mezzo ai due calciatori sanniti. Risultato? Viola scodella una palla al bacio per il terzo tempo prepotente di Maggio. Perde l’occasione di cambiare modulo anche dopo il cambio forzato di Anderson. Il solo ingresso di Di Gennaro, pur volitivo, è troppo poco.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News