Connect with us

News

Nuove divise per le squadre di B: in 14 le hanno svelate, Salernitana non è tra queste

La Salernitana è tra le pochissime squadre a non aver ancora presentato le divise ufficiali per la stagione 2020/21. Sarà confermato l’accordo con il fornitore tecnico Zeus, siglato lo scorso anno. Non c’è stata presentazione dell’allenatore, né interviste a qualsivoglia tesserato. Inevitabile il sipario chiuso anche su una questione marginale come quella delle magliette, se rapportata alla fibrillazione popolare contro la multiproprietà e la direzione sportiva che negli ultimi cinque anni hanno prodotto risultati negativi. Le divise sarebbero state già scelte addirittura prima della fine della stagione scorsa, ma nelle amichevoli precampionato la squadra è scesa in campo con casacche provvisorie.

Il silenzio stride con la presentazione in pompa magna del 2019 però, quando fu fatta una conferenza addirittura al castello Arechi alla presenza del co-patron Mezzaroma per illustrare le peculiarità delle nuove divise, del logo del centenario e una serie di iniziative per i cento anni del club (a cui per la verità non è stato dato seguito, stando a quel che si sa, come i kit neonati in omaggio ai nati a Salerno nel 2019 oppure la hall of fame allo stadio con una prima targa per Agostino Di Bartolomei). Tra una settimana, se la Salernitana non deciderà prima di svelare via social le magliette, esse saranno scoperte con la discesa in campo nel match con la Reggina. A proposito di presentazioni di maglie: ieri Lotito ha presenziato a quella della Lazio femminile.

La maggior parte delle altre squadre di Serie B non sono rimaste a guardare e hanno già svelato ai loro tifosi l’abbigliamento da gara 2020/21. Procedendo in ordine alfabetico nel nostro mosaico, l’Ascoli ha presentato la nuova maglia scegliendo Padoin come proprio volto: è Nike il fornitore tecnico e le tradizionali strisce verticali bianconere per la maglai home sono tagliate sia al loro interno da linee sottili di colore opposto, che in maniera obliqua per creare un effetto ottico particolare.


Il neoretrocesso Brescia – come la Salernitana non particolarmente attivo nella comunicazione e nelle conferenze nell’ultimo mese-  non ha fatto una vera e propria presentazione delle maglie, ma ne ha comunque annunciato l’inizio della vendita l’8 settembre sul proprio store online, a cui è seguita quella negli store ufficiali a partire dal 12 settembre. Svelato il design, a cura di Robe di Kappa.

Il Chievo non ha ancora diffuso il proprio kit gara, mentre il Cittadella ha realizzato un ampio servizio fotografico con alcuni giocatori testimonial che ha diffuso sui social. Spicca l’esperto capitano Iori, al centro dei tre kit da gara, tutti monocromatici, ma con trame geometriche. Il club veneto conferma l’accordo con la giapponese Mizuno.

Tra le foto diffuse dal Cosenza c’è anche la divisa del portiere, oltre a prima, seconda e terza maglia, di cui la particolarità sono le bande verticali in dissolvenza. Conferma per il fornitore tecnico anche in casa calabrese, con la “campana” Legea.

La Cremonese ha già ufficializzato la numerazione dei propri calciatori, ma non c’è niente riguardo i nuovi completi da gara. L’Empoli si affida invece alle atlete della propria squadra femminile per presentare le nuove divise, firmate ancora Robe di Kappa.

Il Frosinone è tra le squadre che non ha ancora annunciato nessuna novità riguardo le proprie divise future. I ciociari condividono con la Salernitana lo sponsor tecnico e hanno finito il campionato molto tardi, perdendo la finale playoff. Può starci che abbiano disputato le amichevoli precampionato con le casacche 2019/20.

Suggestive le tre maglie del Lecce, la prima con le classiche strisce giallorosse interrotte a puntini all’altezza dello sponsor, la seconda bianca con una banda laterale sfumata dal giallo al rosso e la terza verde ricamata con un ulivo dai tratti gialli e rossi. La particolarità del club salentino è l’autoproduzione delle divise: il marchio è M908, creato appositamente dal Lecce per il Lecce, che realizza da solo le proprie divise.

Molto tradizionali le divise del Monza per il ritorno in cadetteria dopo 19 anni. Esse sono caratterizzate dalla banda laterale e dalle trame che formano il lo sfondo. Berlusconi rinnova il rapporto con Lotto, azienda del nord Italia che in passato ha accompagnato anche i successi del suo primo grande Milan.

Tradizionale anche la maglia del Pescara, con le classiche strisce verticali biancazzurre e degli inserti dorati. Uno shooting innovativo in strada con modelle in jeans per presentare le divise, ancora griffate Errea.

Il Pisa ha tradizionalmente presentato i nuovi kit dell’Adidas insieme al nuovo sponsor main.

Il Pordenone ha stuzzicato i tifosi qualche settimana fa sui social, annunciando la nuova collaborazione con Givova e che le maglie sarebbero arrivate a breve, senza poi fare presentazioni ufficiali. In campo nelle amichevoli ha però usato una nuova divisa molto classica con semplici linee neroverdi verticali, firmata dal nuovo sponsor tecnico.

La Reggiana è l’ultima arrivata: proprio oggi infatti ha svolto la presentazione live su Facebook, svelando delle divise che sanno unire la tradizione ai nuovi trend per il ritorno in B e soprattutto della denominazione con il vecchio stemma (fino all’anno scorso, dopo il fallimento, il club è stato denominato Reggio Audace). Inserti dorati nel “patchwork” di tonalità granata per gli emiliani, con un richiamo al tricolore. La firma sulle divise è di Macron.

La Reggina invece ha ormai da tempo trovato l’intesa con Macron sulle caratteristiche che dovranno avere le maglie da gara, ora manca solo vedere il prodotto finale. Stesso fornitore anche per la Spal che ha presentato tre kit molto diversi; nel primo le classiche strisce sottili dei propri colori sociali sono leggermente ondulate, il secondo è corallo con delle sottili righe orizzontali, mentre il terzo passa dal bianco al nero con una sfumatura a puntini.

Infine, il Venezia ha usato i panorami della città come sfondo alla nuova maglia che questa volta divide l’arancio, il nero e il verde in strisce orizzontali senza ulteriori fronzoli. C’è anche un suggestivo video su Facebook per dare ulteriore “solennità” alla nuova maglia.


Il Vicenza sta continuando ad utilizzare una maglia identica a quella della scorsa stagione, sia per le amichevoli che per gli annunci social, senza dare indizi su un nuovo kit da gara. Infine la Virtus Entella che conferma la propria collaborazione con Adidas nel solco della tradizione: le divise dei liguri non si discostano molto da quelle dello scorso torneo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News