Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Cosenza: Volpi sufficiente

Moviolone Salernitana-Cosenza: cartellini ok
È stata una direzione sostanzialmente sufficiente quella del signor Manuel Volpi di Arezzo designato per una partita, senza troppe emozioni, ma che comunque richiedeva massima concentrazione. Giusta la gestione dei cartellini (compresa l’espulsione per doppio giallo) che ha permesso di tenere a bada la foga dei ventidue in campo.
Chiamato in causa al 22’ il giudice di gara alza il primo cartellino giallo della partita per Gerbo che tira vistosamente la maglia di Jaroszynski impedendogli la ripartenza: giallo sacrosanto. Così come lo è quello che arriva 7 minuti più tardi quando Petrucci interviene in scivolata su Djuric ed in netto ritardo. Il direttore di gara, giustamente, decide di sanzionare il centrocampista dei silani. Al minuto 35 episodio goffo con l’arbitro che si frappone fra la palla e Kupisz intento a guidare la stessa. Al termine dell’azione, dovutamente, Volpi chiede scusa ai granata per il suo posizionamento che, fra l’altro, ha permesso la ripartenza ai cosentini. A norma di regolamento non avrebbe dovuto fermare il gioco, non avendo toccato il pallone.
Non appena inizia la ripresa, termina la gara di Petrucci: il calciatore rossoblu, in un contrasto aereo, alza il gomito all’altezza della gola di Djuric. L’arbitro estrae il secondo giallo e di conseguenza il cartellino rosso. Al 51’ Kiyine finisce sul taccuino dei cattivi colpendo Falcone che, in uscita alta, blocca il pallone togliendolo dalla disponibilità del marocchino, che gli piomba addosso con eccessiva irruenza e col gomito un po’ alto: ammonizione netta.
A 2’ dal novantesimo il direttore di gara estrae il cartellino, inevitabile, in direzione di Crecco, il quale si aggrappa alla maglia di Cicerelli che lo aveva superato in dribbling: il fischietto toscano non può far altro che ammonirlo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News