Connect with us

News

Moviolone di Salernitana-Genoa: Bani tocca col braccio, per Mariani non è rigore

Se la cava piuttosto bene il signor Maurizio Mariani, alla sua seconda direzione coi granata, in uno scontro diretto delicato nel quale era importante non commettere errori. Nel primo tempo non si registrano episodi di nervosismo e va agli archivi senza cartellini. Nella ripresa ne arrivano due per parte, tutti giusti. Giuste sembrano essere anche le decisioni prese in occasione dei penalty richiesti, e non concessi alla Salernitana.

Gli episodi

La prima lamentela del cavalluccio arriva all’8’ quando su una palla vagante Gondo scalcia Criscito in area di rigore rossoblu, finendo entrambi a terra. Il difensore sembra arrivare un attimo prima sul pallone, e così il direttore di gara sanziona il fallo in attacco. Decisione che sembra essere quella più giusta. Al 18’ anche il Genoa recrimina per un presunto calcio di rigore per un tocco di mano di Lassana Coiulibaly, ma è abbastanza evidente come il pallone crossato dai genoani finisca sul petto del centrocampista granata, posizionato in area di rigore. Fa bene dunque Mariani a non assegnare il penalty, con l’ausilio del Var. Quando si è giunti quasi alla mezz’ora episodio che si ripete: Gondo va giù in area in seguito ad un contatto con Cambiaso. L’arbitro, anche in questo caso, assegna fallo in attacco, giudicando falloso il tentativo di calciare dell’attaccante. Effettivamente il difensore sembra avere la meglio dopo che gli è passato davanti.

Nella ripresa, (iniziata con leggero ritardo per un problema di comunicazione col Var), al minuto 57 la palla viaggia all’interno dell’area del Grifone e finisce sull’avambraccio di Bani. L’arbitro però lascia proseguire il gioco, ritenendo il braccio attaccato al corpo e rendendo vane, dunque, le vivaci proteste dei padroni di casa. Quando manca un quarto d’ora al termine della gara arriva la prima ammonizione: Maksimovic entra in nettissimo ritardo su Bonazzoli. La sua scivolata è da cartellino “arancione”. Altra sanzione al minuto 84’: Cambiaso trattiene per la maglia Bonazzoli impedendogli di ripartire; Mariani non può far altro che estrarre il cartellino giallo. Poco prima del 90’ anche Gyomber si becca l’ammonizione: Fares gli va via e lui lo stende. Fallo ben speso per evitare la ripartenza avversaria. Al 91’, nel recupero, anche Ribery finisce sul taccuino dei cattivi. Il suo fallo, a differenza di quello del compagno di squadra, è abbastanza ingenuo: vedendosi saltato da Badelj lo sgambetta al limite dell’area “guadagnandosi” inevitabilmente il cartellino giallo.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News