Connect with us

News

Mordi e fuggi in Coppa Italia stasera: probabili formazioni, spazio al 3-5-2

PROBABILI FORMAZIONI

GENOA-SALERNITANA (Coppa Italia, sedicesimi di finale. Ore 21, stadio Luigi Ferraris)

GENOA (3-5-2): Semper; Biraschi, Bani, Vazquez; Sabelli, Behrami, Touré, Portanova, Cambiaso; Destro, Kallon. A disp: Andrenacci, Marchetti, Sirigu, Vanheusden, Masiello, Cassata, Criscito, Galdames, Ghiglione, Hernani, Melegoni, Ekuban, Pandev. All: Shevchenko.

SALERNITANA (3-5-2): Fiorillo; Delli Carri, Gagliolo, Jaroszynski; Kalombo, Schiavone, Di Tacchio, Kastanos, Kechrida; Vergani, Djuric. A disp: Belec, Guerrieri, Gyomber, Motoc, Ranieri, Bogdan, L. Coulibaly, Russo, Obi, Cannavale, Gondo, Simy. All: Colantuono.

Arbitro: Serra di Torino (Moro/Gualtieri). IV uomo: Maggioni. Var: Di Paolo (Galetto)

Diretta tv: Italia 1


Turnover massiccio con l’obiettivo di limitare i danni – leggasi ulteriori infortuni – e tornare a Salerno senza cerotti. Certo, un passaggio del turno aiuterebbe almeno dal punto di vista psicologico i granata a risollevarsi, in vista della proibitiva sfida di campionato contro l’Inter di venerdì. E nonostante le assenze, non è totalmente fuori dal mondo pensare di fare una buona figura contro un Genoa che non sta messo certo meglio della Salernitana a livello di condizione complessiva, se non fosse per i miseri due punticini in più in graduatoria. Il Grifone, peraltro, è stato sconfitto in campionato all’Arechi dai granata, sulla cui panchina c’era però ancora Castori (e Ballardini dall’altro lato).

Colantuono dovrebbe mettersi a specchio col collega Shevchenko: 3-5-2 a confronto, per avere anche maggiori riferimenti in campo e aderenze alle caratteristiche dei giocatori disponibili. Ribéry e Bonazzoli non sono partiti per la Liguria in ottica gestione (saranno in campo e titolari contro l’Inter). In attacco si rivedrà Djuric, uscito dalla quarantena fiduciaria, attorno al quale agirà il ventenne Vergani, alla sua prima partita da titolare nei professionisti. Una chance importante per lui, Colantuono punta proprio su questo. In difesa dovrebbero trovare spazio Delli Carri, Gagliolo e Jaroszynski davanti a Fiorillo. Anche per il portiere sarà un’occasione da sfruttare al massimo, con la prospettiva di soffiare il posto a Belec in campionato. A centrocampo le scelte diminuiscono. Scontato un po’ di riposo per Lassana Coulibaly che sta tirando la carretta da quando è rientrato, dovrebbe essere titolare Di Tacchio. Ai suoi lati agiranno presumibilmente Schiavone e Kastanos. Sulle fasce dovrebbero agire Kechrida e Kalombo (fuori lista in campionato ma impiegabile in coppa). L’alternativa è l’impiego di uno tra Bogdan e Gyomber in difesa, con Jaroszynski a sinistra come quinto e Kalombo in panchina. Occhio anche al possibile inserimento di qualche baby: in panchina vanno il moldavo Motoc, Russo e Cannavale della Primavera. Gondo ha recuperato dall’infortunio ma andrà in panchina, potrebbe entrare per uno spezzone.

Attenzione anche a un altro fattore da evitare: i possibili supplementari e poi rigori in caso di parità al novantesimo. Un sovraccarico di minutaggio andrebbe ancora negativamente a influire sulle già gracili gambe di una Salernitana ricca già di acciaccati (Ruggeri, Mamadou Coulibaly, Strandberg, Capezzi, Zortea). Chi passerà il turno guadagnerà l’accesso agli ottavi di finale a gennaio a San Siro contro il Milan in gara secca.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News