Connect with us

News

Mandorlini verso la Salernitana: “Squadra tosta, fisica e di carattere, facciamoci trovare pronti”

Sette anni dopo l’ultimo, discusso precedente, Andrea Mandorlini torna ad affrontare la Salernitana e glissa sul burrascoso ultimo precedente con i granata, preferendo concentrarsi sull’attualità e sulla partita di domani. “Si chiude un primo mini ciclo, poi ci sarà la sosta e sarebbe bello chiuderlo bene – ha dichiarato nel pomeriggio il tecnico grigiorosso – Noi giochiamo in casa e faremo di tutto per fare bene. Dall’altra parte non saranno d’accordo, hanno caratteristiche importanti ma dobbiamo pensare a casa nostra e cercare di fare il massimo per portare a casa il risultato. Questo campionato insegna che ogni partita può avere risvolti diversi, bisogna stare sempre attenti a tante situazioni di gioco, mentali, nervose. Siamo solo all’inizio, se vogliamo durare nel tempo bisogna vivere una partita alla volta. La Salernitana ha caratteristiche diverse dall’Ascoli, nostro ultimo avversario. Sarà una partita tosta, dai tratti agonistici importanti e dobbiamo farci trovare pronti contro un avversario che sta bene, è una squadra fisica e molto forte dal punto di vista caratteriale. Dovremo essere come loro perchè sarà una partita maschia e questo la rende un esame importante per noi… diverso da quello con l’Ascoli, dove abbiamo pure creato tante occasioni da gol”.

Osso duro per i colori granata, il trainer ravennate. Mai una vittoria per l’ippocampo, quando è andato a fargli visita (clicca qui per leggere le statistiche). Mandorlini elogia il suo gruppo e fa pretattica, non svelando scelte di formazione. “La rosa è forte, la società e il ds hanno fatto ottime scelte di profili tecnici e persone. Abbiamo uomini importanti che dimostrano il proprio valore in campo. Tutti devono farsi trovare pronti – spiega  Domani l’unico assente sarà Piccolo. Carretta ha ancora un piccolo problemino ma è a disposizione. Paulinho? Potrebbe giocare lui, se sta bene. Era affaticato in settimana, ci parlerò. Altrimenti giocherà Brighenti, che scalpita. Vedremo”. Quanto al centrocampo, il tecnico dei lombardi spiega come Greco possa “adattarsi anche al ruolo di mezzala sinistra come fatto a Verona, anche se per ora lo sto alternando con Castagnetti davanti alla difesa perché penso di avere alternative importanti a centrocampo. Eventualmente, possono coesistere anche entrambi”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News