Connect with us

News

Lupo elogia Dionisi e mette nel mirino i granata: «Ha trovato subito la quadra, dobbiamo cambiare marcia in casa»

Dieci giorni e si ritornerà in campo per Venezia-Salernitana. Una sfida molto attesa in casa arancioneroverde, con i lagunari alla ricerca del primo successo casalingo. La compagine veneta dovrà fare a meno di Gian Filippo Felicioli (clicca qui per la notizia completa), infortunatosi nel corso del match con il Cosenza.

Al Corriere del Veneto, Fabio Lupo, direttore sportivo del sodalizio caro al presidente Tacopina, traccia un primo bilancio stagionale e un auspicio per lo sfortunato terzino sinistro: «Purtroppo eravamo tutti convinti che potesse trattarsi di uno stop di breve durata, al massimo di due mesi, ma gli esami a cui si è sottoposto ieri hanno evidenziato che il problema è più grave. Starà fuori più a lungo, ancora non sappiamo esattamente quanto. Ma di sicuro non sarà una cosa breve. Bilancio? Sono soddisfatto – commenta Lupo – Crediamo di aver fatto qualcosa di importante, abbiamo ricostruito la squadra dalle fondamenta e il periodo di adattamento dei nuovi giocatori è stato relativamente breve. Abbiamo nove punti, sono un buon bottino, anche se in casa dobbiamo cambiare marcia».

Rendimento esterno importante per il Venezia, non distante dalla Salernitana che è la regina del campionato cadetto: «Abbiamo preso un gran ritmo e sono veramente contento del pareggio di Cosenza. Anche in una giornata in cui non siamo stati brillanti e in cui non siamo stati il solito Venezia, la squadra è andata a conquistarsi il punto con le unghie e con i denti. Di cattiveria, dimostrando quella voglia di chi sa quello che vuole e lo vuole a tutti i costi».

Sulla situazione degli altri infortunati come Antonio Marino: «Sta bruciando le tappe e il suo entusiasmo e la sua voglia di tornare in campo stanno contagiando pure noi. Ma la priorità resta sempre quella di riaverlo a disposizione sano senza accelerare i tempi».

Il sostituto di Felicioli sarà Ceccaroni: «L’abbiamo preso praticamente in tempo reale dopo l’infortunio di Marino. È vero che la sfortuna sta picchiando duro in quel ruolo, ma teniamo duro e andiamo avanti per la nostra strada».

Sulla sfida con i granata: «Abbiamo un’occasione importante davanti ai nostri tifosi e vogliamo sfruttarla al meglio».

Qual è stato il suo acquisto più indovinato dopo sette giornate di torneo: «Non mi piace parlare dei singoli, perché amo il concetto di squadra al di là delle frasi fatte banali. Ma dico che il miglior acquisto è stato Alessio Dionisi. Credevo ciecamente in lui, ma non credevo che avrebbe trovare la quadratura del cerchio così in fretta. Sa lavorare, è bravo a gestire situazioni difficili, magari anche quelle che all’esterno giustamente non si percepiscono e trasmette grande coinvolgimento alla squadra».

Su alcuni calciatori come Lakicevic, Lollo, Di Mariano e Zigoni che hanno giocato poco: «Vengono tutti da situazioni particolari. Lakicevic non giocava da un anno, Lollo nell’ultima stagione aveva vissuto una situazione analoga ed è arrivato da noi a fine ritiro, Di Mariano e Zigoni sono reduci da infortuni gravi. Ci sarà bisogno di tutti e sicuramente nel corso della stagione anche loro troveranno spazio».

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News