Connect with us

News

Lombardi si fa perdonare: torna ed è protagonista, col Cittadella prima doppietta in carriera

Nessun gesto di scuse è più dolce di una doppietta. Dalla rabbia all’esultanza, sempre rabbiosa, ma carica di gioia. Cristiano Lombardi è tornato in campo e subito ha fatto la differenza, come aveva abituato prima del lockdown e come aveva provato, senza riuscirci, dopo la quarantena. Due gol per vincere la partita, battere il Cittadella e farsi perdonare l’erroraccio che aveva compromesso la gara con la Cremonese.

Un pallone scagliato con rabbia nel settore Distinti aveva costretto Lombardi a due turni di stop: rosso diretto e partite con Juve Stabia e Ascoli viste solo in tv. Un pallone scagliato con rabbia alle spalle di Paleari per fissare il risultato sul 3-1 e vincere la partita. Lombardi c’è e la Salernitana viaggia su marce altissime.

L’ex Benevento è stato schierato subito da Ventura dal primo minuto e Lombardi ha risposto presente. Un gol bellissimo in rovesciata, uno di astuzia sul rigore sbagliato da Cicerelli. Ma soprattutto la solita corsa, per 82 minuti senza interruzioni. Con il quarto e il quinto gol stagionale Lombardi diventa il terzo miglior marcatore della Salernitana, dopo Djuric e Kiyine. La prima doppietta stagionale con la maglia della Salernitana gli vale la palma di man of the match. E per la prima volta in carriera Lombardi fa due gol nella stessa partita: gli era successo solo nei campionati giovanili (a volte anche triplette), ma mai tra i professionisti. Lombardi c’è, la Salernitana vince e Ventura torna nei playoff. Giocando così, vale la pena disputare gli spareggi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News