Connect with us

News

Liverani concentrato verso la Salernitana: “Sarà difficile come contro il Benevento”

Dopo il roboante esordio nel posticipo di Benevento, il Lecce di Fabio Liverani si appresta ad ospitare la Salernitana al ‘Via del Mare’ nel match valevole per la seconda giornata del campionato di Serie B. Un Liverani che può già ritenersi soddisfatto dopo i primi 90′ della stagione: “Avrei firmato per pareggiare sul campo di una corazzata del campionato – confessa il tecnico giallorosso a La Gazzetta dello Sport – Per la prestazione dei miei giocatori, capaci di imporre il gioco e di andare sul 3­-0, rimane il rammarico per aver sprecato l’occasione di vincere a Benevento. Nella fase conclusiva del match abbiamo subìto una flessione ma mi rimangono più luci che ombre”. Passare dallo 0-3 al 3-3 però lascia l’amaro in bocca: “Avremmo dovuto gestire in modo diverso alcuni momenti fondamentali della gara. E poi la squadra ha pagato a caro prezzo la condizione di alcuni giocatori che sono arrivati nel gruppo senza aver svolto un’adeguata preparazione nei rispettivi club di provenienza. Petriccione, Scavone, Meccariello, Fiamozzi e lo stesso Lucioni, che non disputava un incontro vero da quasi un anno, non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe. Anche la limitata conoscenza tra i vari calciatori ha determinato qualche errore, come nell’azione del 2-­3, quando Schiavone e Lucioni non hanno ‘chiamato’ l’intervento”. 

Il mercato ha mutato l’organico che lo scorso hanno ha vinto il torneo di terza serie: “Abbiamo cercato sul mercato giocatori con certe caratteristiche, dotati di qualità, con vocazione a costruire gioco. La squadra punta a divertirsi, contro qualsiasi avversario si porrà l’obiettivo di realizzare il nostro progetto tattico. Sul mercato, c’è stata grande sintonia con il d.s. Meluso e con la proprietà. Abbiamo provato invano per Falletti, che si sarebbe potuto alternare con Falco e anche giocargli vicino. Ma è arrivato Scavone, esperto e in grado di elevare la qualità della manovra, con inserimenti efficaci anche in area avversaria”.

C’è chi spera nel doppio salto dalla C alla A“Puntiamo a raggiungere prima possibile la salvezza. A fine settembre, però, avremo più consapevolezza dei nostri mezzi e magari a febbraio faremo un bilancio più approfondito. Lecce è una piazza esigente, anch’io non mi accontento del minimo garantito. Ma l’ambizione deve andare sempre di pari passo con l’equilibrio. Non sarei onesto se pensassi a questo traguardo, almeno al momento è fuori dalla nostra portata. Ma la società del Lecce è destinata a una crescita straordinaria, sarebbe già da Serie A, sta lavorando anche sulle strutture peri giovani. E la tifoseria pure quest’anno ha lanciato segnali eccezionali: andare oltre i 7.000 abbonati dà la misura dell’amore che il territorio ha per il Lecce. Ora, però, pensiamo alla sfida con la Salernitana, che sarà difficile quanto quella a Benevento”. Parole che fanno eco a quelle del patron Sticchi Damiani ai nostri microfoni (qui l’intervista)

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News